Home / Il Granellino / Il Granellino: (Mc 8,11-13)

Il Granellino: (Mc 8,11-13)

Se ti chiedono di parlare di Dio, fallo con semplicità e racconta quello che Dio ha fatto per te. Ma se qualcuno vuole discutere su Dio, gentilmente digli che ti rifiuti di farlo. Su Dio non si discute. Nella discussione, per convincere l’altro, si può diventare aggressivi e impazienti. La discussione può finire in un litigio. Chi non crede in Dio, difficilmente crederà nella tua parola. Se poi il non credente è ostile a Dio ti chiederà un segno che manifesti la presenza e l’amore di Dio. E anche quando gli dirai che il Signore ti ha guarito dalla tua paralisi o dalla tua cecità, egli ti risponderà che è stato un caso. Gesù evitava le discussioni con molti Farisei e Scribi perchè
conosceva la malizia del loro cuore e dei loro ragionamenti. Andavano da Gesù non con il desiderio di ascoltare e imparare, ma solo per metterlo alla prova e screditarlo davanti alla folla che di solito lo circondava. Gesù non entrava in discussione con loro e spesso manifestava la loro ipocrisia. Certamente ricordi l’episodio in cui alcuni Farisei e Scribi che scaraventano davanti a Gesù l’adultera perché fosse messa a morte secondo la legge di Mosè. Gesù chiude la loro bocca con la sua sapienza del cuore dicendo: “Chi di voi è senza peccato scagli la prima pietra”. A queste parole la loro ipocrisia fu smascherata. Bene, c’è un solo segno della presenza di Dio che il vero cristiano deve manifestare. Qual è? È la conversione del cuore.
La Chiesa primitiva si diffondeva a macchia d’olio non perchè discuteva su Dio, ma perchè manifestava concretamente l’amore di Dio. Quando il pagano chiedeva a un cristiano: “Perché hai perdonato il tuo nemico? o, “Perché hai dato i tuoi averi ai poveri?”. O ancora: “Perchè hai smesso di picchiare tua moglie e i tuoi figli?”. La risposta era: “La mia vita è cambiata da quando ho incontrato Cristo”.
L’esempio trascina molto di più della parola. Allora chiacchiera di meno e vivi di più la Parola di Cristo. Amen. Alleluia.
(P. Lorenzo Montecalvo dei Padri Vocazionisti)


Sottoscrivi i nostri canali Telegram:

@ilgranellino @lodeate

Per ricevere Il Granellino su Telegram leggi l'articolo dedicato , se invece vuoi ricevere tutti gli articoli del Blog escluso il Granellino leggi l'articolo dedicato.

Ti potrebbe interessare anche:

Il Granellino: (Mt 19,13-15) Oggi bisogna usare la parola "neonato" e non "bambino". Il bambino oggi, per quello che vede e sente, a due anni è già malizioso. Gesù accoglie e benedice i neonati ed esorta gli a...
Il Granellino: (Mt 19,3-12) "Oggi ti amo, domani non lo so", è lo slogan di questa generazione. Così ci si sposa con la mentalità che il matrimonio non è per sempre, cioè unico e indissolubile. Ovviamente que...
Il Granellino: (Mt 18,21-19,1) Per molti cristiani le due frasi più difficili da dire sono: 'Ti perdono' e 'Perdonami'. Desidero testimoniarti che, pur avendo una personalità forte, per grazia di Dio non mi è st...
Il Granellino: (Lc 1,39-56) Se sarai pieno di grazia divina, quando 'sorella morte' verrà a farti visita, il passaggio dell'anima da questo mondo all'altro sarà dolce e sereno. Il corpo però subirà la corruzi...

Info autore: Luciano Del Fico

A partire da marzo 2013 un vero e proprio cambiamento comincia nella sua vita, da quel momento comincia per lui una vera conversione. Per ringraziare Gesù dei doni ricevuti, si occupa del sito web della sua parrocchia, poi crea un ebook di preghiere e novene che trovate su Amazon, infine crea Lodeate.it per diffondere la Parola di Gesù!

Ti potrebbe interessare:

Il Granellino: (Mt 19,13-15)

Oggi bisogna usare la parola “neonato” e non “bambino”. Il bambino oggi, per quello che …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

 

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.