Home / Vangelo del giorno / Vangelo del giorno : 2018-07-14 – Commento di Sabato

Vangelo del giorno : 2018-07-14 – Commento di Sabato

evangelizo-title-it


Sottoscrivi i nostri canali Telegram:

@ilgranellino @lodeate

Per ricevere Il Granellino su Telegram leggi l'articolo dedicato , se invece vuoi ricevere tutti gli articoli del Blog escluso il Granellino leggi l'articolo dedicato.

Non abbiate paura! ||| La violenza ingiustificata genera timori e paure in coloro che la subiscono, è normale per noi esseri umani. Le predizioni e le promesse rassicuranti di Gesù, per quanto indispensabili a sorreggere la fede dei suoi e generare in loro la fiducia, se non vissute in pienezza, non scansano la paura nei deboli. Il primo effetto della paura potrebbe essere quello di cedere alla tentazione di desistere dal proclamare e vivere il vangelo e dare la dovuta testimonianza. Tacere e nascondersi significherebbe però tradire il mandato ricevuto e venir meno alle promesse di fedeltà al Signore. Quindi Gesù ripete con forza la sua esortazione: "Quello che vi dico nelle tenebre ditelo nella luce e quello che ascoltate all'orecchio predicatelo sui tetti". La verità, quella che Dio ci ha donato nella rivelazione, non può essere taciuta e mai può diventare oggetto di compromesso. Riguardo poi alle violenze, egli, con divina sapienza, ci invita innanzi tutto a discernere tra coloro che ci possono uccidere nel corpo, ma non hanno potere di uccidere la nostra anima e colui che ha il potere di uccidere l'anima e il corpo. Quello Spirito che è l'anima stessa della Chiesa e la forza dei suoi ministri e testimoni, ci guida nella fede verso una valutazione sapienziale dei valori della vita: siamo sollecitati a saper distinguere tra tempo ed eternità, tra anima e corpo, la potenza e le trame degli uomini e l'onnipotenza e la protezione di Dio. Con questa sagge valutazioni leggiamo e viviamo la storia. In questa prospettiva di salvezza siamo capaci di credere senza esitazioni che dobbiamo deporre ogni timore o paura perché "perfino i capelli del nostro capo sono tutti contati!". È stata poi la storia ad illuminarci ulteriormente, facendoci comprendere nella realtà dei fatti che i veri vittoriosi non sono mai stati i carnefici e i persecutori, ma i santi e martiri, che la Chiesa venera e il mondo ammira. Possiamo essere un giorno annoverati anche noi tra di loro.

Ti potrebbe interessare anche:

Domenica 23 settembre 2018, XXV Settimana Tempo Ordinario Antifona d'Ingresso«Io sono la salvezza del popolo»,dice il Signore,«in qualunque prova mi invocheranno, li esaudirò,e sarò il loro Signore per sempre».GloriaGloria a Dio nell'alto...
2018-09-23 – Commento di Domenica “Se uno vuole essere il primo, sia l'ultimo di tutti”. ||| Sul cammino verso Gerusalemme si manifesta la piccolezza del cuore umano di fronte alla magnanimit&agrav...
I Santi del giorno – 2018-09-23 – Monastero S.Vincenzo M. San Pio da PietrelcinaPadre (Memoria facoltativa)BIOGRAFIAPadre Pio, al secolo Francesco Forgione, nacque a Pietrelcina, diocesi di Benevento, il 25 maggio 1887. Entrato come chi...
Sabato 22 settembre 2018, XXIV Settimana Tempo Ordinario Antifona d'IngressoDà, o Signore, la pacea coloro che sperano in te;i tuoi profeti siano trovati degni di fede;ascolta la preghiera dei tuoi fedelie del tuo popolo, Israele.Collett...

Info autore: Luciano Del Fico

A partire da marzo 2013 un vero e proprio cambiamento comincia nella sua vita, da quel momento comincia per lui una vera conversione. Per ringraziare Gesù dei doni ricevuti, si occupa del sito web della sua parrocchia, poi crea un ebook di preghiere e novene che trovate su Amazon, infine crea Lodeate.it per diffondere la Parola di Gesù!

Ti potrebbe interessare:

Domenica 23 settembre 2018, XXV Settimana Tempo Ordinario

Antifona d’Ingresso «Io sono la salvezza del popolo»,dice il Signore,«in qualunque prova mi invocheranno, li …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

 

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.