Home / Vangelo del giorno / Vangelo del giorno : 2017-10-11 – Commento di mercoledi’

Vangelo del giorno : 2017-10-11 – Commento di mercoledi’

 

Sottoscrivi i nostri canali Telegram

C’è una novità, dal 11/06/2017 sono disponibili due canali: @granello dove saranno pubblicati solo ed esclusivamente gli articoli quotidiani de “Il Granellino” e il canale @lodeate dove saranno pubblicati tutti gli articoli esclusi gli articoli quotidiani de “Il Granellino”.

Per ricevere Il Granellino su Telegram leggi l'articolo dedicato , se invece vuoi ricevere tutti gli articoli del Blog escluso il Granellino leggi l'articolo dedicato.

evangelizo-title-it

Quando pregate dite… ||| In modo forse non del tutto consapevole, i discepoli di Gesù, tante volte testimoni delle notti insonni che il loro maestro passava in preghiera, gli rivolgono a loro volta una semplice invocazione, una vera preghiera: «insegnaci a pregare». La risposta di Gesù è il Padre nostro. Ci saremmo aspettato una lunga dissertazione sulla preghiera, un vero e proprio trattato, una scuola di preghiera, come si deve pregare… Il Signore invece scandisce, semplicemente e senza preamboli, un modello di preghiera da cui tutti gli oranti del mondo hanno attinto la primaria ispirazione per rivolgersi a Dio nel modo più semplice ed efficace. Potremmo, ancora oggi sperimentare che ogni essere umano, che sia animato da una certa fede e da un minimo di religiosità, volentieri reciterebbe con noi la preghiera di Gesù. Ciò che invece forse sfugge anche a noi cattolici è il saper cogliere da quella preghiera i frutti di un essenziale programma di vita. Affermiamo infatti il primato di Dio nella nostra vita e lo riconosciamo come Padre di tutti proclamando la santità del suo nome. Ci impegniamo di conseguenza a vivere la fraternità perché il Regno di Dio si espanda ovunque e in tutti. Professiamo poi la fede nella divina provvidenza che non ci lascia mancare il necessario per vivere e ci nutre di pane e di grazia. Consapevoli delle nostre umane debolezze e delle ricorrenti tentazioni che vorrebbero indurci al male, ci affidiamo alla sua misericordia e dichiariamo la nostra disponibilità ad usarla a nostra volta verso il nostro prossimo. L'ultima richiesta è legata alla nostra soggezione al peccato. Ecco… il Signore ci accompagni sempre e in particolare non ci abbandoni nella tentazione. Perché suo sia il Regno, sua la Potenza e la Gloria nei secoli.


Ti potrebbe interessare anche:

Vangelo del giorno : 2017-12-12 – Vangelo di martedi’ Is 40, 1-11; Sal.95; Mt 18, 12-14. ||| In quel tempo, Gesù disse ai suoi discepoli: «Che cosa vi pare? Se un uomo ha cento pecore e una di loro si smarrisce, non las...
Vangelo del giorno : 2017-12-12 – Commento di martedi’ Perché niente e nessuno dalle Sue mani si perda. ||| Nell’odierna pagina evangelica ci viene presentata la parabola della «pecora smarrita», in cui fa sp...
Vangelo del giorno : 2017-12-11 – Commento di lunedi’ Àlzati e cammina. ||| L’incontro di Gesù col paralitico di Cafarnao assurge a tipo e modello di ogni incontro che Gesù vuol fare con tutti gli uomini. ...

Info autore: Luciano Del Fico

A partire da marzo 2013 un vero e proprio cambiamento comincia nella sua vita, da quel momento comincia per lui una vera conversione. Per ringraziare Gesù dei doni ricevuti, si occupa del sito web della sua parrocchia, poi crea un ebook di preghiere e novene che trovate su Amazon, infine crea Lodeate.it per diffondere la Parola di Gesù!

Ti potrebbe interessare:

Vangelo del giorno : 2017-12-12 – Vangelo di martedi’

Is 40, 1-11; Sal.95; Mt 18, 12-14. ||| In quel tempo, Gesù disse ai suoi discepoli: «Che cosa vi pare? Se un uomo ha cento pecore e una di loro si smarrisce, non lascerà le novantanove...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *