La perseveranza è una virtù necessaria per salvarsi dalla mentalità di questo mondo, ostile al Vangelo. La tentazione di abbandonare la Chiesa è sempre forte, soprattutto nel tempo della persecuzione. La vita spirituale non è un fuoco di paglia; essa, per crescere, ha bisogno anzitutto della Grazia di Cristo e, poi della nostra collaborazione. Ecco perché il cammino di fede è fondato soprattutto sulla nostra volontà di non anteporre niente e nessuno all’amore del Signore.
È facile dire: Signore, ti adoro e ti amo quando non veniamo perseguitati a causa della fede. Ma com’è difficile rimanere fedeli a Cristo nel tempo della persecuzione. La storia dei martiri ci racconta un episodio molto bello di San Policarpo martire. Davanti ai suoi carnefici che lo esortavano a rinunciare a Cristo, mosso dallo Spirito Santo, Policarpo esclamò: “Per 86 anni sono stato suo servo ed Egli non mi ha mai deluso. Come posso ora bestemmiare il mio Re che mi ha salvato?”. Fedele fino alla fine, anche davanti alle belve.
La perseveranza cresce di giorno in giorno attraverso prove e persecuzioni. Perciò Gesù ci esorta con queste parole che Egli rivolse ai discepoli nell’Orto degli Ulivi: “Pregate per non cadere in tentazione!”. Qual è la tentazione? È quella di rinunciare a Cristo davanti a chi ci vuole umiliare, ci vuole estromettere dalla loro amicizia e parentela. Oggi se non sei in sintonia con la mentalità del mondo, vieni scartato come un appestato.
Puoi essere perseguitato anche nella stessa comunità parrocchiale o religiosa se non condividi la mentalità degli anticristi, cioè la mentalità di quelli che vogliono ridurre il cristianesimo ad un’associazione umana.
Fuggiamo via da cristiani e clero che accettano Cristo come uomo, ma non come Signore.
La Chiesa primitiva veniva molto perseguitata proprio perché esclamava: “Gesù è il Signore!”. Amen. Alleluia.
(P. Lorenzo Montecalvo dei Padri Vocazionisti)

P.S. Per imparare la preghiera del cuore richiedi la PERLA PERDUTA di padre Lorenzo ai seguenti numeri ‭331 3347521‬ – ‭3493165354.
Per imparare a vivere in Comunità richiedi COMUNITÀ o COMODITÀ di padre Lorenzo.

Ti potrebbe interessare anche:

Agi – Qualcuno spieghi a Salvini che i 60 milioni di italiani ch... Il Presidente della Conferenza episcopale italiana critica il decreto Salvini e questi, da Tunisi, replica: “Mi fa piacere che in Vaticano ci sia gente che si occupa di migranti in...
Vangelo del giorno : 2018-07-21 – Vangelo di Sabato Mic 2, 1-5; Sal 9; Mt 12, 14-21. ||| In quel tempo, i farisei uscirono e tennero consiglio contro Gesù per farlo morire. Gesù però, avendolo saputo, si allon...
Riflessione (traccia) SS.Trinità B Rifugiamoci nel silenzio della contemplazione e nella quiete dell'estasi. Stiamo contemplando il mistero di quello che il Santo Padre ha definito la "Famiglia di ... Vai alla fo...
Riflessioni spirituali in audio: 2018-02-08 12:01:00 Direttamente da Radio Vaticana le riflessioni spirituali in audio, un appuntamento quotidiano di Lode a Te. Iscriviti alla nostra Newsletter per non perdere nessuno di questo inten...