Home / Spiritualità / Il nostro viaggio Medjugorje

Il nostro viaggio Medjugorje

 

Sottoscrivi i nostri canali Telegram

C’è una novità, dal 11/06/2017 sono disponibili due canali: @granello dove saranno pubblicati solo ed esclusivamente gli articoli quotidiani de “Il Granellino” e il canale @lodeate dove saranno pubblicati tutti gli articoli esclusi gli articoli quotidiani de “Il Granellino”.

Per ricevere Il Granellino su Telegram leggi l'articolo dedicato , se invece vuoi ricevere tutti gli articoli del Blog escluso il Granellino leggi l'articolo dedicato.

Quando molti anni fa ho sentito parlare per la prima volta di Medjugorje ero così lontano dalla fede che non avrei mai potuto immaginare che a distanza di anni avrei vissuto l’esperienza unica e indimenticabile del nostro primo viaggio a Medjugorje, quello mio e di mia moglie Daniela.

Negli ultimi due anni l’idea di un pellegrinaggio a Medjugorje è stata una costante, ma ciò che mancava non era l’occasione ma la convinzione. Ero già convinto che la Madonna mi stesse chiamando, ma ponevo davanti a me troppe barriere, ad esempio ero più che convinto che l’azienda in cui lavoro non mi avrebbe concesso le ferie per fare questo viaggio, pensavo anche di non dover spendere i soldi occorrenti, consideravo il viaggio come uno di quei sogni che spesso uno fa e non può realizzare.

Nel frattempo, le occasioni non sono mai mancate, sollecitazioni da più parti, telefonate e inviti si sono intensificati sempre più. Finchè quest’anno, dal 30/03/2016 al 04/04/2016 si è coronato questo sogno. La decisione è stata immediata, senza pensieri, senza paure e preoccupazioni, anche le barriere più alte sono state superate, questo grazie a Gesù e Maria e alle persone che sono state affidate al nostro cammino. Già questo per noi è un miracolo, Maria quando dice “Cari figli” chiama indistintamente tutti i suoi figli, la chiamata è per noi tutti nominativa.

Se desiderate andare a Medjugorje per vedere dal vivo fenomeni mistici o miracoli come il Cristo Risorto in bronzo che lacrima, considerate che Medjugorje non è solo questo. Per me Medjugorje è un’occasione, è uno strumento per cambiare il nostro modo di vivere quando veniamo qui, quando ci troviamo a faccia a faccia con le nostre preoccupazioni, con il male, con chi gode nel vederci allontanare da Dio, quando cadiamo e pensiamo ormai di non essere più degni di essere perdonati. Quando questo accade, stiamo per smarrire il sentiero solcato dal Signore, così pian piano dimentichiamo le buone intenzioni, la nostra anima diventa sempre più sporca e viviamo la nostra vita nel peccato.

Invece a Medjugorje ho imparato come sfuggire alle grinfie di satana, sì perchè la Madre di tutti, la nostra Vergine Maria ci ha donato i 5 sassi, ascoltate questa storia:

Forse anche tu, da ragazzo, passando vicino ad uno specchio d’acqua con i tuoi compagni di gioco, hai preso dei sassi ben levigati e piatti, e hai sfidato i tuoi amici nel gioco a chi gettava questi sassi a pelo d’acqua, facendoli balzare più volte sulla superficie, contando il numero di questi balzi, prima che il sasso si inabissasse nelle profondità dell’acqua. Vinceva chi riusciva a collezionare il maggior numero di balzi.

Oppure hai gettato un sasso nell’acqua del lago, o di uno stagno, per vedere i cerchi concentrici sulla superficie dell’acqua, provocati dall’impatto con la massa d’acqua, allargarsi sempre più e irradiarsi sulla superficie dello stagno.

Avviene la stessa cosa per chi va pellegrino a Medjugorje: sente allargarsi il cuore, si tuffa nella preghiera come non mai, gli nascono nell’intimo tante speranze che balzano alla mente e che portano pace all’anima. Il nostro parroco ci ha detto che siamo diventati testimoni, ed è vero con questo viaggio abbiamo capito ad esempio come pregare, o meglio come pregare con il cuore. E’ questo ciò che la Madonna vuole, la preghiera con il cuore, avete notato come raccontano la loro testimonianza le veggenti (Ivan Dragićević, Vicka Ivanković, Marija Pavlović, Ivanka Ivanković e Mirjana Dragićević), loro parlano con il cuore, quando ti affidi a Maria cominci a diventare suo strumento, sciogli prima il tuo cuore, poi diventi strumento per la conversione delle persone.

Famosi sono i cinque sassi, quei cinque ciottoli lisci che Davide scelse dal torrente per abbattere il gigante Golia (cfr. 1 Sam 17,40). Nel singolare duello tra il giovane Davide, fulvo di capelli e di bell’aspetto, e il formidabile guerriero filisteo Golia, la meglio toccò a Davide che si era fidato di Dio (“Tu vieni a me – dice Davide – con la spada, con la lancia e con l’asta. Io vengo a te nel nome del Signore degli eserciti, Dio delle schiere d’Israele, che tu hai insultato”).

Chi ha incontrato p. Jozo nel pellegrinaggio a Medjugorje, ha certamente sentito parlare dei “cinque sassi”, immagine che evoca e sintetizza i messaggi della Madonna nelle sue apparizioni ai 6 veggenti di Medjugorje: Vicka, Mirjana, Marija, Ivan, Jakov e Ivanka.

La Vergine Maria ci mette tra le mani 5 sassi per abbattere satana che tenta di spaventarci e di rovinarci. Infatti Satana, che nella sua grande superbia presume di essere simile a Dio, vorrebbe asservirci a sé; ma nonostante tutta la sua spavalderia e la forza che possiede, non è capace di vincerci, se con umiltà ci affidiamo a Dio e alla sua Santa Madre. Non può creare un solo filo d’erba, perché Dio solo è capace di “creare”. E Dio, attraverso Maria SS., crea figli suoi anche tra le pietre di Medjugorje: e ce ne sono tante. Quante conversioni in questi anni, attraverso la Regina della Pace. Ella chiama tutti i suoi figli, li vuole tutti salvi. E’ possibile, dunque, vincere Satana, ma occorre usare i mezzi adatti.

Esiste purtroppo una triplice alleanza di morte: tra satana, il mondo e le nostre passioni (o il nostro “io” orgoglioso). Per rompere questo legame, questa alleanza, ecco i “cinque sassi” che la Vergine SS., angosciata per la rovina di tanti suoi figli, ci porge nella sua materna sollecitudine:

1. La Preghiera con il cuore: il Rosario
2. L’Eucarestia
3. La Bibbia
4. Il Digiuno
5. La Confessione Mensile.

Cari figli –così ci invita la Regina della Pace-, vi invito alla conversione individuale. Questo tempo è per voi! Senza di voi il Signore non può realizzare ciò che vuole. Cari figli, crescete di giorno in giorno attraverso la preghiera, sempre più verso Dio”.

Diceva sant’Agostino: “Colui che ci ha creati senza di noi, non può salvarci senza di noi!”, cioè Dio vuole aver bisogno degli uomini.

La Madonna ci prende per mano uno ad uno, individualmente – infatti vuole la nostra conversione “individuale” – , e non ci guarda come massa, perché per Lei siamo tutti “figli”: vuole la nostra salvezza eterna e donarci la gioia di vivere.

 

Alcune riflessioni sono di don Mario Brutti – Tratta dalla ml informazioni da Medjugorje


Ti potrebbe interessare anche:

Mi sono avvicinata a Gesù grazie alla Consacrazione a Maria Consacrarsi a Maria, tanto mi ha aiutato il libro del Montfort, il quale mi ha fatto capire che consacrando la mia vita a Maria mi avrebbe avvicinato a Gesù. Ho deciso di cominciar...
Lettera di Gesù a te: dalla mia croce alla tua solitudine A te che non sempre credi che io sia al tuo fianco, che mi guardi e non mi vedi e a volte perdi la speranza di incontrarmi. Scrivo dalla mia croce alla tua solitudine. A te che ta...
Odia il peccato, ma ama il peccatore Chi di noi non si è mai dovuto scontrare con questa esortazione evangelica? Quanti di noi non hanno tentennato di fronte alla difficoltà di comprendere questo concetto? E’ per l’es...
​Le promesse di Gesù agli adoratori del Santissimo Sacramento Dagli scritti di Catalina Rivas:Gesù mi disse:“Io prometto all’Anima che, con frequenza, viene a visitarMi in questo Sacramento dell’Amore, di riceverla amorevolmente, insieme a ...

Info autore: Luciano Del Fico

A partire da marzo 2013 un vero e proprio cambiamento comincia nella sua vita, da quel momento comincia per lui una vera conversione. Per ringraziare Gesù dei doni ricevuti, si occupa del sito web della sua parrocchia, poi crea un ebook di preghiere e novene che trovate su Amazon, infine crea Lodeate.it per diffondere la Parola di Gesù!

Ti potrebbe interessare:

Mi sono avvicinata a Gesù grazie alla Consacrazione a Maria

  Sottoscrivi i nostri canali Telegram C’è una novità, dal 11/06/2017 sono disponibili due canali: …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *