Home / Don Mauro Leonardi / METRO – Che cosa perdiamo con certi selfie

METRO – Che cosa perdiamo con certi selfie

Perché Salvini diventa il primo Ministro dell’Interno a finire nudo sui social e nessuno censura la foto? Se le parole che scriviamo in una chat vengono conosciute e divulgate da chi non dovrebbe, noi gridiamo giustamente alla “violazione dei nostri dati sensibili”; perché non avviene altrettanto quando si tratta di immagini? Mi sembra evidente che la nostra epoca non tratta allo stesso modo corpo e sentimenti, immagini e parole. Non mi scandalizzo dell’hasthag #aftersex dove viene inclusa la foto, visto che la categoria ha su Instagram 79.700 post. Mi sorprendo che ottantamila persone sentano il bisogno di pubblicare un selfie dopo quello che dovrebbe essere il loro momento più intimo. In questo senso la conduttrice rappresenta davvero il sentire della gente. Mi chiedo però perché non ci accorgiamo di aver perso qualcosa di veramente importante, e cioè il valore del sesso. Possiamo definirla riservatezza o privacy. Un tempo si chiamava “senso del pudore”: ma è semplicemente “il rispetto per sé”. Virtù antica, non perché retaggio di epoche piene di tabù ma perché nata con l’uomo. Il senso del pudore non è nato con i bikini e le minigonne. Riguarda noi stessi e il nostro corpo perché ci proteggiamo se ci percepiamo come preziosi. Noi custodiamo solo quello che vale e se non ci custodiamo significa semplicemente che pensiamo di non valere. Noi, il nostro corpo e il nostro sesso. 


Sottoscrivi i nostri canali Telegram:

@ilgranellino @lodeate

Per ricevere Il Granellino su Telegram leggi l'articolo dedicato , se invece vuoi ricevere tutti gli articoli del Blog escluso il Granellino leggi l'articolo dedicato.

Tratto da Metro 

Vai alla fonte

I migliori libri di Religione e Spiritualità - I miei libri
LibreriadelSanto.it - La prima libreria cattolica online

Ti potrebbe interessare anche:

IlSussidiario – PAPA/ I poveri di Francesco fanno piazza pulita ... Pochi ricchi sempre più ricchi, tanti poveri sempre più poveri e sempre più numerosi. I primi hanno mezzi potenti che fanno giungere lontano, clamorosa, la propria arroganza; i sec...
Agi – Perché nel Padre nostro non diremo più “non indurci ... Tra pochi giorni, quando a Messa reciteremo il Padre nostro, invece di “non ci indurre in tentazione” ci rivolgeremo a Dio dicendo “non abbandonarci alla tentazione”. Anche nel Glo...
MIO Anno III n. 46/ DON MAURO LEONARDI PARLA CON I LETTORI – Il ... Mauro Leonardi (Como, 1959) è stato ordinato sacerdote dal 29 maggio 1988. Vive a Roma presso l’Elis centro di formazione per la gioventù lavoratrice accanto alla parrocchia di san...
Agi – Il caso della neonata tenuta per due anni nel bagagliaio d... Per motivi processuali riemerge un fatto orribile che quando lo si conosce interroga più ancora dell’orrore che suscita. Rosa Maria Cruz, sposa e madre di tre figli, originaria del...

Info autore: Mauro Leonardi

Mauro Leonardi
Prete, blogger e scrittore

Ti potrebbe interessare:

IlSussidiario – PAPA/ I poveri di Francesco fanno piazza pulita di tutte le nostre scuse

Pochi ricchi sempre più ricchi, tanti poveri sempre più poveri e sempre più numerosi. I …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

 

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.