Home / Don Mauro Leonardi / IlSussidiario – SANREMO 2019/ Il vero vincitore è Cristicchi, a dirlo sono studenti e prof

IlSussidiario – SANREMO 2019/ Il vero vincitore è Cristicchi, a dirlo sono studenti e prof

Come è bene che sia per le vendite, le polemiche infuriano su Sanremo. Vince Mahmood ma c’è chi dice che sia una vittoria “politica” perché il pubblico ha premiato Ultimo. Baglioni afferma che televoto ed esperti non possono stare insieme, mentre Repubblica spiega che la vera vincitrice morale è Loredana Berté, arrivata quarta, perché aveva con sé tutto il pubblico presente in sala.
Ricordiamoci però che “vincere il Festival di Sanremo” è solo uno dei modi per vincere davvero il Festival di Sanremo perché solo tra un po’ di tempo sapremo chi ha veramente vinto il Festival di Sanremo. Il vincitore sarà quello la cui canzone è la più venduta, la più ascoltata, la più amata. In quest’ultima specialissima classifica – quella della realtà – io sono convinto che abbia buone possibilità di vittoria Simone Cristicchi, quinto assoluto nella classifica finale, e che ha vinto il premio per la miglior interpretazione e quello per la miglior composizione musicale. Sono convinto che Cristicchi vincerà all’ora del dunque non perché, secondo quanto afferma lo stesso cantante, il sacerdote di Sanremo lo ha fermato per chiedergli l’autorizzazione ad utilizzare alcuni versi nelle sue omelie, ma perché “Abbi cura di me” è amata in modo trasversale, da tutti. Oltre che dai preti, come ho detto, anche dai critici musicali. Ma soprattutto è amata dalle persone semplici, quelle che amano le canzoni basate su quelle emozioni che Cristicchi ha saputo comunicare parlando di sé. Tutti noi, nessuno escluso, è portatore di un pezzetto di verità. Tutti abbiamo avuto l’occasione di trovare un pezzetto di verità anche dove pensavamo non ce ne fosse. Un cantautore, come ogni artista, sente più di altri i pezzetti di verità presenti nella propria vita e si sforza, con la sua arte, di portarli in dono alla vita degli altri. Credo che Cristicchi abbia saputo portare a termine fino in fondo il proprio compito. Ci si è chiesti se Cristicchi fosse “anche” un poeta. Non so rispondere ma in fondo credo che questa domanda sia sbagliata. Cristicchi è prima di tutti un uomo. Limitato come tutti, ha scritto una canzone che ha saputo fare del bello il tramite per il vero e per il bene. Mi ha colpito come fin da subito il mondo della scuola, abbia amato questa canzone. Fin dalla prima esecuzione di “Abbi cura di me” hanno iniziato a diffondersi nei gruppi “scolastici” di Facebook, le lodi dei professori che manifestavano l’intenzione di usare le parole della canzone per i loro esercizi di analisi testuale. Disprezziamo troppo spesso il mondo della scuola, per questo paghiamo cosi poco gli insegnanti. Eppure la scuola è in assoluto lo sforzo più quotidiano per forgiare cultura. Più di tanti luoghi “nobili” è lo spazio dove si cerca di raccontare come le convinzioni, i valori, tutto ciò che è umano, debba essere declinato in modo molto diverso a seconda delle persone. E i professori sono i prestigiatori chiamati a fare di questo sforzo un miracolo. La scuola è il crogiolo che cerca, nonostante tutto, il terreno comune del nostro paese. Quel terreno dove dobbiamo giocoforza incontraci per vivere e crescere. Cristicchi che piace ai professori di liceo e di scuola media, mi colpisce. Ha dichiarato di aver voluto “far vivere la canzone, di stare nella misura” e coerentemente ha evitato scelte teatrali eccessive, ha preferito rimanere con i mezzi che madre natura gli ha donato ed ha affrontato “nudo”, solo con la sua voce e la sua semplice persona, il palcoscenico di Sanremo. Solo con la voce e la persona: come devono fare spesso quei professori che, non per nulla, hanno già scelto le sue parole per le proprie lezioni in classe.


Sottoscrivi i nostri canali Telegram:

@ilgranellino @lodeate

Per ricevere Il Granellino su Telegram leggi l'articolo dedicato , se invece vuoi ricevere tutti gli articoli del Blog escluso il Granellino leggi l'articolo dedicato.

Tratto da ilsussidiario.net

Vai alla fonte

I migliori libri di Religione e Spiritualità - I miei libri
LibreriadelSanto.it - La prima libreria cattolica online

Ti potrebbe interessare anche:

MIO Anno IV n. 8/ DON MAURO LEONARDI PARLA CON I LETTORI – Marit... Mauro Leonardi (Como, 1959) è stato ordinato sacerdote dal 29 maggio 1988. Vive a Roma presso l’Elis centro di formazione per la gioventù lavoratrice accanto alla parrocchia di sa...
METRO – La durezza al giorno d’oggi Quando lo scorso Natale da cappellano di Rebibbia ho chiesto di regalare dei panettoni ai carcerati, moltissimi l’hanno fatto generosamente ma una persona ha detto “per loro nient...
Agi – Il sovranismo è un modo di pensare la vita. Anche quella e... La questione dello sketch di Virginia Raffaele sul demonio a Sanremo ha avuto un’eco mediatica assolutamente fuori proporzione grazie alla non casuale miscela di due ingredienti. ...
Agi – Il demonio è cosa troppo seria per giocarci. Ma anche per ... Ha ragione Matteo Salvini a dire che il problema delle sette sataniche non va sottovalutato e che bisogna affidarsi agli esorcisti per combatterlo. È vero che è un fenomeno di cui...

Info autore: Mauro Leonardi

Mauro Leonardi
Prete, blogger e scrittore

Ti potrebbe interessare:

MIO Anno IV n. 8/ DON MAURO LEONARDI PARLA CON I LETTORI – Mariti, rimboccatevi le maniche

Mauro Leonardi (Como, 1959) è stato ordinato sacerdote dal 29 maggio 1988. Vive a Roma …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

 

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.