Home / Il Granellino / Il Granellino: (Mt 8,5-11)

Il Granellino: (Mt 8,5-11)

IL Centurione intercede per il suo servo presso Gesù. Egli compie un grande atto di carità. Questo militare romano ci dona un grande insegnamento: che il primo atto di carità che noi possiamo compiere per un fratello in difficoltà, ammalato, afflitto e tentato è pregare per lui perché il Signore lo guarisca da ogni male dello spirito e del corpo. Spesso la nostra preghiera è egoistica: preghiamo il Signore perché egli ci liberi dai mali che ci affliggono. In questo Avvento il Signore vuole che noi pratichiamo la preghiera d’intercessione così come ha fatto Mosè per il popolo d’Israele, Abramo per Sodoma e Gomorra e Gesù per la salvezza dell’umanità intera.
Quando allora vedi che il tuo parroco non è secondo il cuore di Cristo, prega e digiuna per lui perché si converta. Quando vedi che la tua comunità parrocchiale o religiosa è un covo di vipere, prega e digiuna perché la comunità cresca nell’amore fraterno. Quando vedi in televisione che un paese è stato colpito da disastri climatici, prega e digiuna per quel popolo che piange. Non rimanere indifferente dinanzi al dolore e alla sofferenza altrui. Quando qualcuno ti fa conoscere il peccato di un amico, prega per la sua conversione.
Dilata il tuo cuore nella preghiera. Non limitarti a pregare il Signore solo per i tuoi bisogni e necessità. Sia la tua preghiera universale. Non chiedere il pane quotidiano solo per la tua famiglia. Non chiedere vocazioni solo per il tuo Istituto religioso. Non chiedere la salute fisica solo per te, ma per tutti i fratelli infermi.
La preghiera d’intercessione è molto gradita al cospetto del Signore perché è impregnata di carità. Il Signore vuole che tutti gli uomini siano salvati e giungano alla conoscenza della verità. Per questo motivo San Paolo scrive a Timoteo la seguente esortazione: “Raccomando dunque, prima di tutto, che si facciano domande, preghiere e ringraziamenti per tutti gli uomini.”.
Cristo non è morto per salvare solo un popolo, ma tutta l’umanità. Caro lettore, prega anche per me. Amen. Alleluia.
(P. Lorenzo Montecalvo dei Padri Vocazionisti)


Sottoscrivi i nostri canali Telegram:

@ilgranellino @lodeate

Per ricevere Il Granellino su Telegram leggi l'articolo dedicato , se invece vuoi ricevere tutti gli articoli del Blog escluso il Granellino leggi l'articolo dedicato.

P.S. Chi desidera ricevere la raccolta de IL GRANELLINO si affretti a richiederlo al più presto per non rimanerne senza. Telefona ai seguenti numeri: 331 3347521‬ – ‭349 316 53 54.

Ti potrebbe interessare anche:

Il Granellino: (Mt 11,16-19) San Carlo Borromeo, uomo austero, non condivideva affatto la santità di San Filippo Neri, uomo gioviale, sorridente e allegro. Ognuno di noi incarna una pagina del Vangelo. Ciò, pe...
Il Granellino: (Mt 11,11-15) Ci sono due tipi di violenza: una distrugge e l'altra edifica. Il tipo di violenza che distrugge si chiama ‘ira’. L'ira è un sentimento diabolico che scaturisce dal cuore dell'uomo...
Il Granellino: (Mt 11,28-30) Quali sono i pilastri su cui si poggia il solido edificio della spiritualità cristiana? Sono due: mitezza e umiltà. Infatti Gesù dice a noi cristiani: "Imparate da me che sono mite...
Il Granellino: (Lc 5,17-26) Alla presenza di Gesù la gente esclamava: "Oggi abbiamo visto cose meravigliose e prodigiose!". Se non vivi alla presenza di Gesù, vedrai tutto negativo. Non vedrai niente di bello...

Info autore: Padre Lorenzo Montecalvo

Sacerdote, scrittore, autore de "Il Granellino".

Ti potrebbe interessare:

Il Granellino: (Mt 11,16-19)

San Carlo Borromeo, uomo austero, non condivideva affatto la santità di San Filippo Neri, uomo …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

 

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.