Il Granellino: (Mt 4,1-11)

il granellino
il granellino

Quali sono le tentazioni soprannaturali cui l’uomo viene sottoposto? Sono le stesse tentazioni dalle quali Cristo, nel deserto, è uscito vittorioso.

La prima è “la tentazione del pane”. Il tentatore disse a Gesù: “Se sei figlio di Dio, di’ che questi sassi diventino pane!”. In altre parole il diavolo disse a Gesù: “Se tu credi che tuo Padre celeste ti ama e provvede a te, come mai ti manca il pane? E’ chiaro allora che questo tuo Padre, nel quale hai posto la tua fiducia, non ti pensa proprio! Per questo motivo, lavora e fatica per accumulare pane (denaro)! Questa è l’unica cosa necessaria per vivere bene”. Ma Gesù, che aveva fatto l’esperienza continua dell’amorosa presenza del Padre, rispose: “Non di solo pane vive l’uomo, ma di ogni parola che esce dalla bocca di Dio!”. In altre parole: bisogna lavorare per il pane, ma non vivere solo per il pane (denaro), perché il pane da solo non è la felicità dell’uomo, piuttosto la felicità è Dio, che poi dona anche il pane all’uomo.

La seconda è “la tentazione del rifiuto della propria storia”. Il tentatore, dopo aver condotto Gesù sul pinnacolo del tempio, gli disse: “Se sei Figlio di Dio, gettati giù, perché gli angeli, comandati da Dio, ti sorreggeranno, perché non abbia a urtare contro un sasso il tuo piede”. In altre parole: “Se tu dici che tuo Padre ti ama, fa’ questo gesto spettacolare senza paura, perché Egli ti salverà da ogni caduta. Le folle, vedendo questo, ti acclameranno e tu diventerai famoso!”. Ma Gesù rispose: “Non tentare il Signore Dio tuo”. In altre parole: L’amore del Padre celeste, in ogni tempo e luogo, è così radicato in me che non ho bisogno di metterlo alla prova. Il Padre è fedele nell’amore.

La terza tentazione è “la tentazione degli idoli”. Il tentatore, non dandosi per vinto, si accostò di nuovo a Gesù e, mostrandogli tutti i regni del mondo, disse: “Tutte queste cose io ti darò se, prostrandoti, mi adorerai!”. Ma Gesù rispose: “Vattene, Satana! Sta scritto: Adora il Signore tuo Dio e a Lui solo rendi culto!”. In altre parole: io appartengo solo a Dio, dal quale viene la mia vita. Senza di Lui non ho niente e non sono nessuno.

Se, leggendo queste riflessioni, ti sei reso conto che la tua vita cristiana non è stata vissuta corrispondendo all’amore di Dio per te, ti esorto a inginocchiarti davanti a un Crocifisso in questa Quaresima. Prega con il cuore dicendo: “Perdonami, Signore, ho peccato, perché ho creduto che tu non mi amavi…”. Amen. Alleluia. (P. Lorenzo Montecalvo dei Padri dei Vocazionisti)

Dona

Aiutaci con una donazione, con un tuo piccolo contributo ci aiuterai a mantenere in vita il nostro sito web e ad attivare nuovi servizi. Grazie, Dio ti benedica!

Lode a Te App

Lode a Te App

Lode a Te App è un app semplice che raccoglie articoli, catechesi, video, audio, podcast, in un unica e app completamente GRATUITA! L’app è compatibile con tutti i dispositivi Android

Scarica Lode a Te App per Android

Video Recensione del mio libro

Informazioni su Luciano Del Fico 13030 Articoli
A partire da marzo 2013 un vero e proprio cambiamento comincia nella sua vita, da quel momento comincia per lui una vera conversione. Per ringraziare Gesù dei doni ricevuti, si occupa del sito web della sua parrocchia, poi crea un ebook di preghiere e novene che trovate su Amazon, infine crea Lodeate.it per diffondere la Parola di Gesù!