Home / Il Granellino / Il Granellino: (Mt 17,14-20)

Il Granellino: (Mt 17,14-20)

C’è un demone che è molto difficile (direi impossibile) scacciare dalla casa della nostra anima. È il demone della lussuria. Una volta entrato nella nostra casa fa l’impossibile per rimanerci. La sua presenza crea un grande disordine mentale, psicologico e spirituale. È il demonio che offre all’uomo più piacere che, però, non è gioia. Il piacere passa subito e ne cerchi un altro. Il piacere non ti sazia mai.
Molti giovani (ma anche adolescenti) vengono trascinati nel vortice pericolosissimo dei rapporti prematrimoniali, che sono la rovina del futuro matrimonio. Ma anche la masturbazione è una infermità che toglie la pace del cuore e la serenità della mente. Il demone della lussuria trascina l’uomo all’adulterio, alla pedofilia, alla omosessualità, alla pornografia, allo scambio di coppie, alla prostituzione. Insomma ad ogni tipo di sessualità che è contro a una sessualità che è progetto di DIO.
L’uomo facilmente giustifica il peccato della lussuria dicendo: “Siamo fatti di carne!”. Dimentichiamo però che siamo anche immagine e somiglianza di Dio. Per questo motivo non è l’anima a servizio del corpo, ma viceversa. Siamo tempio dello Spirito Santo. Non contempliamoci solo come corpo da nutrire con peccati di lussuria. Chi si dona al proprio coniuge solo come corpo fa del letto coniugale un marciapiede. Il letto coniugale è un altare su cui non si fa una cosa sporca, ma santa. Non c’è atto più santo dell’atto coniugale attraverso il quale i coniugi si donano lo Spirito Santo.
Si può esorcizzare il demone della lussuria? Solo con la volontà umana è quasi impossibile. Ci vuole l’aiuto del Signore: esso ci viene dato attraverso la confessione, l’Eucarestia e il digiuno. Santa Chiara ci aiuti ad avere un cuore puro e un corpo casto per poter vedere e gustare la presenza di Dio.
I lussuriosi provano il piacere della carne che è come la rugiada del mattino, ma non la beatitudine celeste. Amen. Alleluia.
(P. Lorenzo Montecalvo dei Padri Vocazionisti)


Sottoscrivi i nostri canali Telegram:

@ilgranellino @lodeate

Per ricevere Il Granellino su Telegram leggi l'articolo dedicato , se invece vuoi ricevere tutti gli articoli del Blog escluso il Granellino leggi l'articolo dedicato.

Ti potrebbe interessare anche:

Il Granellino: (Mt 19,13-15) Oggi bisogna usare la parola "neonato" e non "bambino". Il bambino oggi, per quello che vede e sente, a due anni è già malizioso. Gesù accoglie e benedice i neonati ed esorta gli a...
Il Granellino: (Mt 19,3-12) "Oggi ti amo, domani non lo so", è lo slogan di questa generazione. Così ci si sposa con la mentalità che il matrimonio non è per sempre, cioè unico e indissolubile. Ovviamente que...
Il Granellino: (Mt 18,21-19,1) Per molti cristiani le due frasi più difficili da dire sono: 'Ti perdono' e 'Perdonami'. Desidero testimoniarti che, pur avendo una personalità forte, per grazia di Dio non mi è st...
Il Granellino: (Lc 1,39-56) Se sarai pieno di grazia divina, quando 'sorella morte' verrà a farti visita, il passaggio dell'anima da questo mondo all'altro sarà dolce e sereno. Il corpo però subirà la corruzi...

Info autore: Padre Lorenzo Montecalvo

Sacerdote, scrittore, autore de "Il Granellino".

Ti potrebbe interessare:

Il Granellino: (Mt 19,13-15)

Oggi bisogna usare la parola “neonato” e non “bambino”. Il bambino oggi, per quello che …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

 

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.