Home / Il Granellino / Il Granellino: (Mt 11,20-24)

Il Granellino: (Mt 11,20-24)

Anni fa ebbi un colloquio con un uomo che, quando era giovane, fu guarito da Padre Pio. Tra l’altro, mi disse che, nonostante avesse avuto un miracolo, non si era ancora convertito.
Com’è vero che non sempre chi riceve o vede un miracolo, si converte seriamente alla Parola di Dio. Quante volte alcuni cristiani, durante una malattia grave, pregano così il Signore: “Dio mio, se mi guarisci, ti prometto che cambierò vita e parteciperò attivamente alla vita della parrocchia”. Ottenuta la guarigione, ci si dimentica della promessa fatta al Signore e, forse, si conduce uno stile di vita peggiore di quello precedente alla guarigione, cristianamente parlando.
L’Europa occidentale ha visto tanti miracoli e prodigi operati da tanti santi. Eppure oggi, dimenticando la vita remota e recente di molti santi, ha fatto scelte che sono un abominio davanti al Signore. E quello che rattrista è che si proclama finalmente libera dalle leggi del Signore. Sono certo che i paesi del Mondo occidentale, alla fine dei tempi, che potrebbe verificarsi da un momento all’altro, saranno trattati molto più duramente di certi continenti dove il Vangelo non è ancora conosciuto. Speriamo che la Chiesa, nel nostro Mondo occidentale, si svegli dal suo sonno e cominci seriamente a chiamare gli uomini a conversione prima che sia troppo tardi.
Il Vangelo odierno dev’essere meditato soprattutto da noi consacrati: vescovi, preti e suore. Il Signore è molto indignato con molti di noi consacrati che siamo diventati burocrati e non abbiamo a cuore né la salvezza della nostra anima né quella del popolo che ci è stato affidato dal Signore. Molti di noi del clero, pur vedendo tanti miracoli e prodigi che il Signore compie, continuiamo a vivere una vita comoda e borghese.
A Medjugorje la Beata Vergine Maria continuamente esorta i veggenti a pregare per i pastori. Se la MADONNA a Medjugorje chiede di pregare per i pastori, ci dev’essere un motivo. Qual è questo motivo? Certamente la conversione di molti di noi del clero.
Pregate per me perché io mi converta seriamente! Amen. Alleluia.
(P. Lorenzo Montecalvo dei Padri Vocazionisti)


Sottoscrivi i nostri canali Telegram:

@ilgranellino @lodeate

Per ricevere Il Granellino su Telegram leggi l'articolo dedicato , se invece vuoi ricevere tutti gli articoli del Blog escluso il Granellino leggi l'articolo dedicato.

Ti potrebbe interessare anche:

Il Granellino: (Mt 19,13-15) Oggi bisogna usare la parola "neonato" e non "bambino". Il bambino oggi, per quello che vede e sente, a due anni è già malizioso. Gesù accoglie e benedice i neonati ed esorta gli a...
Il Granellino: (Mt 19,3-12) "Oggi ti amo, domani non lo so", è lo slogan di questa generazione. Così ci si sposa con la mentalità che il matrimonio non è per sempre, cioè unico e indissolubile. Ovviamente que...
Il Granellino: (Mt 18,21-19,1) Per molti cristiani le due frasi più difficili da dire sono: 'Ti perdono' e 'Perdonami'. Desidero testimoniarti che, pur avendo una personalità forte, per grazia di Dio non mi è st...
Il Granellino: (Lc 1,39-56) Se sarai pieno di grazia divina, quando 'sorella morte' verrà a farti visita, il passaggio dell'anima da questo mondo all'altro sarà dolce e sereno. Il corpo però subirà la corruzi...

Info autore: Padre Lorenzo Montecalvo

Sacerdote, scrittore, autore de "Il Granellino".

Ti potrebbe interessare:

Il Granellino: (Mt 19,13-15)

Oggi bisogna usare la parola “neonato” e non “bambino”. Il bambino oggi, per quello che …

Un commento

  1. Buongiorno Padre Lorenzo, volevo dirLe semplicemente Grazie. Grazie per la sua grande umiltà. Grazie al Signore, perché da Lui ci é stato donato.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

 

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.