Home / Il Granellino / Il Granellino: (Mt 11,16-19)

Il Granellino: (Mt 11,16-19)

San Carlo Borromeo, uomo austero, non condivideva affatto la santità di San Filippo Neri, uomo gioviale, sorridente e allegro. Ognuno di noi incarna una pagina del Vangelo. Ciò, però, non è dovuto alla mia o alla tua scelta, ma allo Spirito Santo che decide quale pagina del Vangelo siamo chiamati a incarnare. Un santo è diverso dall’altro. Meno male. Altrimenti la Chiesa sarebbe come la moda femminile. Mi spiego: la sera la televisione ci mostra una donna vestita in una certa maniera e il mattino dopo le donne seguono la stessa moda. Lo Spirito Santo è creativo. Non si stanca mai di formare santi l’uno diverso dall’altro. Ecco perché lo Spirito Santo non vuole che siamo come pappagalli o scimmie che sono dei perfetti imitatori.
Molto significativa è la parabola che sto per raccontarti. Un rabbino pregava sempre così: “Signore, fammi come Mosè”. Ma il Signore non ascoltava la sua preghiera. Dopo mesi di preghiera, il rabbino, vedendo che non diventava come Mosè, s’indignò con Dio perché non ascoltava la sua preghiera. Allora Dio, con voce potente, gli disse: “Ho già un Mosè! Voglio che tu diventi santo secondo la mia volontà”. I problemi nascono nelle nostre comunità quando vogliamo che l’altro sia santo come noi.
Ad ognuno lo Spirito Santo affida un volto di santità da manifestare nella Chiesa e un’opera di vita eterna da compiere per glorificare Dio e beneficare il prossimo. San Giovanni della Croce era un monaco austero e sorrideva poco. La sua Madre spirituale, Santa Teresa d’Avila, invece era allegra e, a volte, manifestava la gioia di Dio danzando davanti alle sue consorelle.
Non pensare al giudizio della gente. L’importante è la sincerità dei tuoi sentimenti e delle tue azioni nel pregare, nel digiunare, nel divertirti e nel compiere le opere di vita eterna. Amen. Alleluia.
(P. Lorenzo Montecalvo dei Padri Vocazionisti)


Sottoscrivi i nostri canali Telegram:

@ilgranellino @lodeate

Per ricevere Il Granellino su Telegram leggi l'articolo dedicato , se invece vuoi ricevere tutti gli articoli del Blog escluso il Granellino leggi l'articolo dedicato.

P.S. Per Natale regalati e regala la terza raccolta de IL GRANELLINO. Per imparare la preghiera del cuore richiedi la PERLA PERDUTA di padre Lorenzo ai seguenti numeri ‭3313347521‬ – ‭3493165354.
Richiedi anche CHE IO VEDA, SIGNORE!, libro di preghiere del cuore (3a edizione).

Ti potrebbe interessare anche:

Il Granellino: (Mc 2,13-17) Se ti senti buono, giusto e santo, Gesù, il vero Medico, non verrà mai a casa tua. Gesù va solo nelle case dove viene chiamato per curare gli ammalati. Ci sono molte case dove Gesù...
Il Granellino: (Mc 2,1-12) Molte malattie psicologiche sono il prodotto di peccati mai confessati. Il peccato è una sostanza velenosa nella mente e nell'anima dell'uomo. Se non la si vomita, manda in rovina ...
Il Granellino: (Mc 1,40-45) Sei stato guarito dalla tua lebbra o sei ancora un lebbroso? Se sei stato guarito dalla tua lebbra, il Signore ti chiama a divulgare la tua guarigione. Prima di tutto racconta il t...
Il Granellino: (Mc 1,29-39) GESÙ parlava con autorità, perciò la gente lo ascoltava volentieri e la sua Parola aveva il potere di scacciare i demoni che dimoravano persino nei luoghi sacri. Che significa parl...

Info autore: Padre Lorenzo Montecalvo

Sacerdote, scrittore, autore de "Il Granellino".

Ti potrebbe interessare:

Il Granellino: (Mc 2,13-17)

Se ti senti buono, giusto e santo, Gesù, il vero Medico, non verrà mai a …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

 

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.