Home / Il Granellino / Il Granellino: (Mc 8,11-13)
il granellino n
il granellino n

Il Granellino: (Mc 8,11-13)

Non solo in quel tempo, ma anche oggi Gesù, l’Uomo – Dio, viene continuamente messo alla prova da uomini senza fede. Nelle nostre difficoltà, delusioni, sofferenze e dolori diciamo a Gesù: “Se tu esisti e mi ami, dammi un segno della tua presenza e del tuo amore!”. Qual è il segno che gli chiediamo? Il segno è che Lui non ci faccia più soffrire e che cambi la nostra condizione di dolore e di sofferenza in gioia. In altre parole, vogliamo che Gesù ci faccia scendere dalla croce sulla quale i nostri peccati o quelli del nostro prossimo ci hanno messo. Sotto la Croce gli scribi e farisei gridavano verso Gesù crocifisso: “Se veramente sei Figlio di Dio, scendi dalla croce e noi crederemo in te!”. Ma Gesù non accolse la loro richiesta, rimase in croce per compiere la volontà del Padre celeste. Il segno della sua divinità lo diede con la sua risurrezione.
Come insegno sempre, Gesù non è venuto a salvarci dalla croce, ma è venuto a salvarci sulla croce. E proprio sulla croce che Dio manifesta la sua onnipotenza d’amore per noi. Spesso sento dire da uomini di fede queste meravigliose testimonianze: Padre Lorenzo, se Dio non fosse stato con me, mi sarei gettato giù dal quarto piano quando mio marito mi lasciò per un’altra donna… Padre Lorenzo, se il Signore non fosse stato con me, sarei caduto in una grossa depressione quando il medico mi diagnosticò il cancro al fegato… Padre Lorenzo, se Dio non fosse stato con me, oggi sarei una donna disperata per la morte del mio unico figlio avvenuta in un incidente stradale… Padre, se Dio non fosse stato con me, oggi sarei un uomo infelice a causa di mio figlio che si è dichiarato omosessuale…
Diceva spesso Padre Pio: “Tutti vengono a chiedermi miracoli e guarigioni, ma sono pochissimi quelli che mi chiedono come si porta la Croce!”.
L’unico segno della presenza del Risorto che noi cristiani possiamo dare a questa generazione perversa è quello di avere la grazia di portare la nostra croce con umiltà e mitezza.
Se vai in Chiesa e ti ribelli davanti alla croce, non sei cristiano. Amen. Alleluia.
(P. Lorenzo Montecalvo dei Padri Vocazionisti)


Sottoscrivi i nostri canali Telegram:

@ilgranellino @lodeate

Per ricevere Il Granellino su Telegram leggi l'articolo dedicato , se invece vuoi ricevere tutti gli articoli del Blog escluso il Granellino leggi l'articolo dedicato.

P.S. IL GRANDE REGISTA, IL GRANELLINO e L’AMORE GUARISCE sono libri di P. Lorenzo. Per richiederli, telefonare ai seguenti numeri: 3313347521‬ – ‭3493165354.

Ti potrebbe interessare anche:

Il Granellino: (Lc 1,26-38) Come vorrei che oggi la Vergine Maria facesse comprendere ai giovani che la castità prematrimoniale è ancora un valore evangelico. Oggi la sessualità tra i giovani è come un fiume ...
Il Granellino: (Lc 13,1-9) Frequentare la Chiesa e non portare frutto di carità è una perdita di tempo. Lo scopo di essere radicato nella vigna della Chiesa è di diventare creatura nuova secondo il detto di ...
Il Granellino: (Lc 15,1-3.11-32) Leggendo la parabola di oggi, mi sono visto nel padre che ha provato una gioia infinita quando il figlio è ritornato a casa dopo una vita di libertinaggio. Gli ha fatto festa, una ...
Il Granellino: (Mt 21,33-43.45) A chi è rivolta la parabola di oggi? Secondo me, anzitutto alla gerarchia della Chiesa, la vigna del Signore. Caro Vescovo, il Signore ti ha messo a capo di una Diocesi non per viv...

Info autore: Padre Lorenzo Montecalvo

Sacerdote, scrittore, autore de "Il Granellino".

Ti potrebbe interessare:

il granellino n

Il Granellino: (Lc 1,26-38)

Come vorrei che oggi la Vergine Maria facesse comprendere ai giovani che la castità prematrimoniale …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

 

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.