Home / Il Granellino / Il Granellino: (Mc 16,15-20)

Il Granellino: (Mc 16,15-20)

Prima di rendersi invisibile agli occhi della Chiesa primitiva, Gesù dà ad Essa dei compiti da compiere con fedeltà. Qual è il primo compito? È l’annuncio della Buona Notizia: Gesù é il Signore! Questa buona notizia dev’essere predicata dappertutto. I popoli devono conoscere che senza GESÙ non c’è salvezza, non c’è perdono dei peccati, non c’è una ricreazione dell’umanità, non c’è amore tra gli uomini. È un annuncio che la Chiesa è chiamata a fare non solo con la Parola, ma anche con uno stile di vita conforme a quello di Gesù. La Chiesa è lievito che deve trasformare l’umanità in una massa immensa d’amore.
La Chiesa, in altre parole, ha la missione di rendere Gesù visibile. Essa deve poter dire: “Chi vede me vede Gesù; chi ascolta me ascolta Gesù”. Nei primi secoli le folle di persone, attratte da cristiani morti al peccato e viventi in Cristo chiesero di far parte della Chiesa.
Negli ultimi secoli abbiamo visto che folle di uomini e di donne stanno uscendo dalla Chiesa. Perché? Per due motivi: il primo è che la Chiesa non ha più evangelizzato. Il secondo è che la Chiesa non è stata più lievito di amore soprannaturale nell’umanità.
Il cristiano ha un dovere: essere voce e volto di CRISTO dove non si vede.
Qual è l’altro compito che Gesù ha affidato alla Chiesa? È quello di guarire e sanare non solo l’anima, ma anche il corpo dell’uomo. Il Vangelo non è solo salvezza dell’anima, ma anche del corpo. Perciò Gesù ci ha lasciato il Sacramento dell’Unzione degli infermi, che, ovviamente, non è l’estrema unzione come si chiamava una volta.
L’ integrità dello spirito si ottiene attraverso il Sacramento della riconciliazione che oggi, nella Chiesa, è così bistrattato. Il confessionale è l’ospedale per la salute dell’anima.
Questa duplice missione viene compiuta con un potere soprannaturale che si chiama: Spirito Santo.
Lo Spirito Santo dona ai cristiani (quind alla Chiesa) la forza di affrontare e superare qualsiasi difficoltà nell’annuncio del Vangelo.
La Chiesa non sarà mai sola perché il Re dei re e il Signore dei signori sarà sempre nella Chiesa fino alla fine dei secoli. Amen. ALLELUIA.
(P. Lorenzo Montecalvo dei Padri Vocazionisti)


Sottoscrivi i nostri canali Telegram:

@ilgranellino @lodeate

Per ricevere Il Granellino su Telegram leggi l'articolo dedicato , se invece vuoi ricevere tutti gli articoli del Blog escluso il Granellino leggi l'articolo dedicato.

Ti potrebbe interessare anche:

Il Granellino: (Mt 17,10-13) A dire il vero tutti i battezzati nella Chiesa di Cristo hanno ricevuto la missione di essere profeti nella generazione in cui vivono. A cosa posso paragonare il profeta di Dio? A ...
Il Granellino: (Mt 11,16-19) San Carlo Borromeo, uomo austero, non condivideva affatto la santità di San Filippo Neri, uomo gioviale, sorridente e allegro. Ognuno di noi incarna una pagina del Vangelo. Ciò, pe...
Il Granellino: (Mt 11,11-15) Ci sono due tipi di violenza: una distrugge e l'altra edifica. Il tipo di violenza che distrugge si chiama ‘ira’. L'ira è un sentimento diabolico che scaturisce dal cuore dell'uomo...
Il Granellino: (Mt 11,28-30) Quali sono i pilastri su cui si poggia il solido edificio della spiritualità cristiana? Sono due: mitezza e umiltà. Infatti Gesù dice a noi cristiani: "Imparate da me che sono mite...

Info autore: Padre Lorenzo Montecalvo

Sacerdote, scrittore, autore de "Il Granellino".

Ti potrebbe interessare:

Il Granellino: (Mt 17,10-13)

A dire il vero tutti i battezzati nella Chiesa di Cristo hanno ricevuto la missione …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

 

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.