Home / Il Granellino / Il Granellino: (Mc 16,15-18)
il granellino n
il granellino n

Il Granellino: (Mc 16,15-18)

Se non si cade da cavallo, non si diventa un apostolo del Vangelo. Cosa voglio dire? Il cavallo anticamente era l’immagine della potenza. Perciò, chi confida nelle proprie capacità umane non può essere un evangelizzatore, cioè un portatore della salvezza di Gesù Cristo. San Paolo, prima di essere chiamato e mandato dal Signore ad evangelizzare, è dovuto cadere dal suo cavallo. Qual era la forza e la potenza di San Paolo? La sua intelligenza e conoscenza della legge di Mosè e, soprattutto, la sua obbedienza radicale alla legge che lo aveva reso legalista e moralista. Per lui, chi non osservava la legge doveva essere punito e persino ammazzato, perciò si mise a perseguitare i cristiani che, da lui, erano considerati bestemmiatori del Dio di Abramo, Isacco e Giacobbe.
Per accogliere Cristo e la sua salvezza, Paolo dovette rinunciare al suo cavallo (tutta la sua scienza e forza umana). Nell’incontro con Cristo, Paolo considerò spazzatura tutto quello che prima lo aveva reso importante e famoso nel mondo ebraico. Ricolmo dello Spirito di Cristo, Paolo annunciò il Vangelo della salvezza non confidando nelle proprie forze e nella sapienza umana, ma con la forza e la sapienza che gli venivano dall’Alto.
L’evangelizzatore che pensa di attirare le anime a Cristo basandosi sulle proprie capacità umane sperimenterà il fallimento della sua parola e delle sue azioni. Non è la laurea in teologia che rende efficace la parola e l’azione dell’evangelizzatore, ma la sua unione con Cristo. L’evangelizzatore che è vuoto della potenza dello Spirito Santo, quando parla e agisce è come un cembalo che tintinna, cioè fa solo chiasso.
Negli ultimi tempi vedo nei candidati al sacerdozio il forte desiderio di prendersi una laurea in teologia. Certo, la cultura è importante, ma non è la laurea in teologia che li farà esseri autentici evangelizzatori della salvezza di Cristo, ma l’essere sempre più uniti a Cristo, per dire con San Paolo: “Per me vivere è Cristo”. Amen. Alleluia.
(P. Lorenzo Montecalvo dei Padri Vocazionisti)


Sottoscrivi i nostri canali Telegram:

@ilgranellino @lodeate

Per ricevere Il Granellino su Telegram leggi l'articolo dedicato , se invece vuoi ricevere tutti gli articoli del Blog escluso il Granellino leggi l'articolo dedicato.

P.S. IL GRANDE REGISTA e L’AMORE GUARISCE sono libri di P. Lorenzo. Per richiederli, telefonare ai seguenti numeri: 3313347521‬ – ‭3493165354.

Ti potrebbe interessare anche:

Il Granellino: (Mt 18,21-35) Forse è capitato anche a te. Sei andata in Chiesa. Ti sei inginocchiata davanti al Sacerdote. Tremante, pensando che il sacerdote non ti avrebbe mai perdonata, gli hai detto: "Padr...
Il Granellino: (Lc 1,26-38) Come vorrei che oggi la Vergine Maria facesse comprendere ai giovani che la castità prematrimoniale è ancora un valore evangelico. Oggi la sessualità tra i giovani è come un fiume ...
Il Granellino: (Lc 13,1-9) Frequentare la Chiesa e non portare frutto di carità è una perdita di tempo. Lo scopo di essere radicato nella vigna della Chiesa è di diventare creatura nuova secondo il detto di ...
Il Granellino: (Lc 15,1-3.11-32) Leggendo la parabola di oggi, mi sono visto nel padre che ha provato una gioia infinita quando il figlio è ritornato a casa dopo una vita di libertinaggio. Gli ha fatto festa, una ...

Info autore: Padre Lorenzo Montecalvo

Sacerdote, scrittore, autore de "Il Granellino".

Ti potrebbe interessare:

il granellino n

Il Granellino: (Mt 18,21-35)

Forse è capitato anche a te. Sei andata in Chiesa. Ti sei inginocchiata davanti al …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

 

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.