Home / Il Granellino / Il Granellino: (Mc 12,28-34)

Il Granellino: (Mc 12,28-34)

Si dice spesso: “La prima cosa è stare bene in salute!”. Certo, stare bene in salute è cosa buona. Ma, per l’uomo di fede, la prima cosa è amare il Signore. Giacomo Taglione, venerabile della Diocesi di Caserta, recandosi a Lourdes con una grave malattia, disse alla Madonna: “Non sono venuto qui per chiederti la guarigione. Il mio unico timore è guarire”. La sua missione fu quella di insegnare al mondo che senza la croce non c’è salvezza. Amare il Signore è compiere la sua divina Volontà con tutto il cuore. Il Signore non si compiace di coloro che antepongono l’amore per le persone e le cose a quello per Lui.il Signore non si accontenta dei rifiuti del nostro cuore. Perciò Egli insegna: “Chi ama il marito o la moglie, il fratello o la sorella più di me, non è degno di me.” Il Signore viene sempre al primo posto. Purtroppo, molte volte il cristiano per non perdere l’amore umano è pronto a rinnegare il Signore.
Amare il Signore è compiere la sua divina volontà con tutte le energie. A volte il cristiano lavora giorno e notte per realizzare un suo desiderio, ma non fa niente per mettere in pratica la Parola del Signore. Vedo tante donne che si impegnano con tutte le loro energie per dimagrire e sembrare belle, ma si rifiutano di impiegare un po’ di energie nel mettersi a servizio del Signore.
Amare il Signore è impegnarsi a conoscere il suo amore con tutta l’intelligenza che si ha. Purtroppo, siamo disposti a conoscere le scienze umane affrontando sacrifici indicibili, ma non siamo disposti ad ascoltare assiduamente la Parola di Dio che ci fa conoscere i misteri della nostra salvezza eterna. Quanto è grande il tuo desiderio di amare il Signore? Sei disposto a stare sotto acqua e vento per vedere una partita di calcio, ma ti lamenti se l’Eucarestia dura più del solito.
Non si può amare il prossimo se non ami prima di tutto il Signore, fonte eterna di amore purissimo. Che significa amare il prossimo? Significa che tutto quello che di bello e di buono venga fatto a te fallo anche tu al prossimo.
Amare è la vocazione di ogni uomo. Chi ama è un uomo compiuto. Chi ama è figlio di Dio. Amen. Alleluia.
(P. Lorenzo Montecalvo dei Padri Vocazionisti)


Sottoscrivi i nostri canali Telegram:

@ilgranellino @lodeate

Per ricevere Il Granellino su Telegram leggi l'articolo dedicato , se invece vuoi ricevere tutti gli articoli del Blog escluso il Granellino leggi l'articolo dedicato.

Ti potrebbe interessare anche:

Il Granellino: (Gv 6,51-58) Se davanti a te c'è una fetta di carne ed esclami: “È gustosa”, ma non la mangi, non diventerà mai sostanza del tuo corpo. Se davanti a te c'è una bottiglia di vino rinomato ed esc...
Il Granellino: (Lc 18,35-43) Il cieco di Gerico c'insegna che, se siamo costanti nella preghiera, il Signore aprirà gli occhi della nostra intelligenza per vedere (comprendere) e gustare le realtà della nostra...
Il Granellino: (Mc 13,24-32) Non stare a pensare quando verrà la fine del mondo e non ascoltare neppure quelli che dicono che la sua fine è vicina. La fine del mondo potrebbe accadere oggi, ma anche fra mille ...
Il Granellino: (Lc 18,1-8) C'è un avversario nella mia e nella tua vita. È un avversario forte e terribile. Il suo nome è Satana. È lui il vero nostro nemico. Non credete a quelli che dicono che la sua prese...

Info autore: Padre Lorenzo Montecalvo

Sacerdote, scrittore, autore de "Il Granellino".

Ti potrebbe interessare:

Il Granellino: (Gv 6,51-58)

Se davanti a te c’è una fetta di carne ed esclami: “È gustosa”, ma non …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

 

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.