Home / Il Granellino / Il Granellino: (Mc 10,2-16)

Il Granellino: (Mc 10,2-16)

Perché il matrimonio duri per sempre, deve essere costruito giorno dopo giorno su queste sette parole.
PERDONO: marito e moglie sono due esseri imperfetti che spesso si offendono a vicenda con parole, gesti e azioni sgarbate ed egoistiche. Ogni volta che si offendono, devono avere l’umiltà di dirsi sinceramente: “Perdonami” e, “già ti avevo perdonato”. Il matrimonio è una scuola di amore. Chi non sa chiedere perdono e chi non vuole perdonare non sa amare.
TENEREZZA: Chi ama non è aggressivo, violento e prepotente. La caratteristica dell’amore è la tenerezza. Una carezza, un bacio e un abbraccio dice e significa molto di più di un atto sessuale che si consuma senza tenerezza. La tenerezza è commozione alla presenza dell’altro.
GRAZIE: Chi ama sa dire grazie. L’amore non è un dono scontato. La riconoscenza per quello che si riceve è divina.
FEDELTÀ: Non solo nei momenti di gioia e di prosperità, ma anche nei momenti di prova, di malattia e di incomprensione. Fedeltà non solo nelle azioni, ma anche nei pensieri, negli sguardi e nelle parole. Il coniuge che si nutre di pornografia è un adultero. L’adulterio è una grave offesa alla dignità del Sacramento del matrimonio.
FECONDITÀ: I coniugi che si chiudono al dono dei figli commettono un grave peccato contro Dio Padre e Creatore. La sterilità cercata e voluta rende il matrimonio debole nell’amore reciproco. L’aborto poi è la causa di tanti divorzi.
ONORE: Sparlare del proprio coniuge con gli amici o con i parenti è metterlo in cattiva luce e si fa di lui o lei oggetto di giudizio e di condanna. Santa Monica, madre di Agostino, pur avendo un marito con parecchi vizi, non sparlava mai di lui; neppure con le migliori amiche.
PREGHIERA: Senza preghiera non c’è perdono, tenerezza, fedeltà, fecondità, gratitudine e onore. Se marito e moglie non pregano insieme, la loro unione diventa difficile, direi impossibile.
L’amore viene dall’alto. E bisogna chiederlo a Dio che è amore infinito. Amen. Alleluia.
(P. Lorenzo Montecalvo dei Padri Vocazionisti)


Sottoscrivi i nostri canali Telegram:

@ilgranellino @lodeate

Per ricevere Il Granellino su Telegram leggi l'articolo dedicato , se invece vuoi ricevere tutti gli articoli del Blog escluso il Granellino leggi l'articolo dedicato.

Ti potrebbe interessare anche:

Il Granellino: (Lc 3,10-18) Attenzione quando parliamo della misericordia di Dio perché possiamo confondere quelli che ci ascoltano o ci leggono. Io personalmente credo fermamente nella misericordia di Dio. S...
Il Granellino: (Mt 17,10-13) A dire il vero tutti i battezzati nella Chiesa di Cristo hanno ricevuto la missione di essere profeti nella generazione in cui vivono. A cosa posso paragonare il profeta di Dio? A ...
Il Granellino: (Mt 11,16-19) San Carlo Borromeo, uomo austero, non condivideva affatto la santità di San Filippo Neri, uomo gioviale, sorridente e allegro. Ognuno di noi incarna una pagina del Vangelo. Ciò, pe...
Il Granellino: (Mt 11,11-15) Ci sono due tipi di violenza: una distrugge e l'altra edifica. Il tipo di violenza che distrugge si chiama ‘ira’. L'ira è un sentimento diabolico che scaturisce dal cuore dell'uomo...

Info autore: Padre Lorenzo Montecalvo

Sacerdote, scrittore, autore de "Il Granellino".

Ti potrebbe interessare:

Il Granellino: (Lc 3,10-18)

Attenzione quando parliamo della misericordia di Dio perché possiamo confondere quelli che ci ascoltano o …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

 

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.