Home / Il Granellino / Il Granellino: (Lc 5,12-16)

Il Granellino: (Lc 5,12-16)

Dopo una intensa giornata di fatiche apostoliche, Gesù, per riposarsi, va in un luogo deserto a pregare. La preghiera, per Gesù, è riposo mentale, psichico, fisico ma, soprattutto, spirituale. Se facessimo quello che faceva Gesù, saremmo meno nevrotici, insicuri, inquieti, ansiosi e stressati.
Pregare è purificarsi nello spirito e nel corpo. La lebbra che lacera e abbruttisce lo spirito e il corpo è lo stress. La medicina che carica lo spirito e il corpo di nuove energie è la preghiera. Ma cos’è la preghiera? Non è colloquiare con Dio, ma è ascoltare Dio che ci parla, ci incoraggia, ci istruisce, ci dona il suo abbraccio di tenerezza; a volte, però, ci dona anche schiaffi d’amore, perché il Padre che ama rimprovera suo figlio quando agisce di testa sua.
Per ascoltare la voce di Dio, bisogna creare una zona di deserto intorno a sé. Dio non parla nel chiasso. Per parlare al nostro cuore, Dio ci porta nel deserto. Mi viene da dire che, quando Dio decide di darci un carisma particolare o una verità più luminosa, permette anche un periodo di malattia che viene vissuta lontano dal chiasso del mondo.
La preghiera è il gemito del cuore che viene rivolto al Signore. Questo gemito del cuore nasce dalla lettura di una pagina della Bibbia. Un consiglio: prima di leggere, brevemente invoca lo Spirito Santo dicendo: “Vieni, Spirito Santo, apri la mia mente all’intelligenza della Parola di Dio!”. Invoca lo Spirito Santo almeno per un minuto. Ma non è peccato se lo farai per due minuti. Dopo aver letto attentamente e lentamente, il passo biblico, lo Spirito Santo ti suggerirà la preghiera da rivolgere al Padre celeste. Per esempio, ecco la preghiera del cuore che lo Spirito Santo potrebbe suggerire dopo la lettura del Vangelo odierno: “Signore, purificami dalla lebbra della vanagloria!”. Pregare è anche dedicare 15 minuti alla lettura spirituale.
Se metterai in pratica il mio consiglio, andrai a letto riposato. Farai sogni positivi. E, al mattino, ti sveglierai pieno di nuove energie, pronto ad affrontare un nuovo giorno. Amen. ALLELUIA.
(P. Lorenzo Montecalvo dei Padri Vocazionisti)


Sottoscrivi i nostri canali Telegram:

@ilgranellino @lodeate

Per ricevere Il Granellino su Telegram leggi l'articolo dedicato , se invece vuoi ricevere tutti gli articoli del Blog escluso il Granellino leggi l'articolo dedicato.

Ti potrebbe interessare anche:

Il Granellino: (Mc 2,13-17) Se ti senti buono, giusto e santo, Gesù, il vero Medico, non verrà mai a casa tua. Gesù va solo nelle case dove viene chiamato per curare gli ammalati. Ci sono molte case dove Gesù...
Il Granellino: (Mc 2,1-12) Molte malattie psicologiche sono il prodotto di peccati mai confessati. Il peccato è una sostanza velenosa nella mente e nell'anima dell'uomo. Se non la si vomita, manda in rovina ...
Il Granellino: (Mc 1,40-45) Sei stato guarito dalla tua lebbra o sei ancora un lebbroso? Se sei stato guarito dalla tua lebbra, il Signore ti chiama a divulgare la tua guarigione. Prima di tutto racconta il t...
Il Granellino: (Mc 1,29-39) GESÙ parlava con autorità, perciò la gente lo ascoltava volentieri e la sua Parola aveva il potere di scacciare i demoni che dimoravano persino nei luoghi sacri. Che significa parl...

Info autore: Padre Lorenzo Montecalvo

Sacerdote, scrittore, autore de "Il Granellino".

Ti potrebbe interessare:

Il Granellino: (Mc 2,13-17)

Se ti senti buono, giusto e santo, Gesù, il vero Medico, non verrà mai a …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

 

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.