Home / Il Granellino / Il Granellino: (Lc 21,34-36)

Il Granellino: (Lc 21,34-36)

Quanti giovani, purtroppo, muoiono ritornando a casa dopo una notte in discoteca! Spesso si mettono a guidare la macchina ricolmi di alcol, di droga e profondamente assonnati e stanchi mentalmente. Per questo motivo, non essendo svegli e attenti, vanno incontro alla morte e coinvolgono anche altri in questo evento luttuoso. L’ Avvento è il tempo in cui la Parola di Dio viene ogni giorno a portare i seguenti interrogativi: Sei ubriaco di vino o di Spirito divino? Se sei ubriaco di vino, vivi dimenticandoti delle cose del cielo?
Dimenticandoti delle cose del cielo, forse non ti ubriachi di alcol, ma di pornografia, di erotismo, di danaro, di sport, di politica, di internet, di televisione, di cibo e di altri vizi. Ogni tipo di vizio è forza negativa che ti toglie la Comunione con il Signore.
La vita quotidiana diventa una corsa sfrenata per soddisfare i tuoi istinti e le tue passioni carnali che sono la via larga che ti condurranno alla morte eterna, con il pericolo che trascini altri alla stessa morte.
A chi stai donando la tua vita? Se scruti il cuore, cosa vedi e trovi in esso? Se scopri che il tuo cuore è un contenitore di cattivi pensieri e sentimenti, svegliati e getta tutta l’immondizia morale nel termovalorizzatore della misericordia di Dio, perché tu possa celebrare il Natale che viene con purezza di cuore.
La mia gioia è che il Signore ti dia la gioia di celebrare il Natale qui in terra. Ma la vita è piena di imprevisti. Il giorno della morte può venire all’improvviso. Perciò il cristiano saggio è colui che prega e si converte ogni giorno per non farsi trovare con un cuore senza fede, speranza e carità.
Questo, per me e per te, potrebbe essere l’ultimo Avvento della nostra vita. Non perdiamo tempo. Cominciamo l’Avvento con una seria confessione dei nostri peccati. Non aspettiamo il giorno prima di Natale per inginocchiarci e chiedere perdono per i nostri peccati. Potrebbe essere troppo tardi.
Amen. Alleluia.
(P. Lorenzo Montecalvo dei Padri Vocazionisti)


Sottoscrivi i nostri canali Telegram:

@ilgranellino @lodeate

Per ricevere Il Granellino su Telegram leggi l'articolo dedicato , se invece vuoi ricevere tutti gli articoli del Blog escluso il Granellino leggi l'articolo dedicato.

P.S. Chi desidera ricevere la raccolta de IL GRANELLINO si affretti a richiederlo al più presto per non rimanerne senza. Telefona ai seguenti numeri: 331 3347521‬ – ‭349 316 53 54.

Ti potrebbe interessare anche:

Il Granellino: (Mt 11,16-19) San Carlo Borromeo, uomo austero, non condivideva affatto la santità di San Filippo Neri, uomo gioviale, sorridente e allegro. Ognuno di noi incarna una pagina del Vangelo. Ciò, pe...
Il Granellino: (Mt 11,11-15) Ci sono due tipi di violenza: una distrugge e l'altra edifica. Il tipo di violenza che distrugge si chiama ‘ira’. L'ira è un sentimento diabolico che scaturisce dal cuore dell'uomo...
Il Granellino: (Mt 11,28-30) Quali sono i pilastri su cui si poggia il solido edificio della spiritualità cristiana? Sono due: mitezza e umiltà. Infatti Gesù dice a noi cristiani: "Imparate da me che sono mite...
Il Granellino: (Lc 5,17-26) Alla presenza di Gesù la gente esclamava: "Oggi abbiamo visto cose meravigliose e prodigiose!". Se non vivi alla presenza di Gesù, vedrai tutto negativo. Non vedrai niente di bello...

Info autore: Padre Lorenzo Montecalvo

Sacerdote, scrittore, autore de "Il Granellino".

Ti potrebbe interessare:

Il Granellino: (Mt 11,16-19)

San Carlo Borromeo, uomo austero, non condivideva affatto la santità di San Filippo Neri, uomo …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

 

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.