Home / Il Granellino / Il Granellino: (Lc 14,12-14)

Il Granellino: (Lc 14,12-14)

L’ospitalità in forma di quid pro quo non ha niente di evangelico e quindi non riceve nessuna ricompensa dal Signore. L’unica generosità che il Signore ricompensa è quella che viene fatta a coloro che non possono ripagare. Il giudizio di Dio sarà generoso in misericordia per quelli che hanno amato gratuitamente, senza aspettarsi nulla in cambio. Di solito chi inviti alle tue feste? I parenti, gli amici del cuore e persone socialmente importati, vero?
A dire il vero, non c’è niente di male nell’invitare queste persone. Però, il Signore ti consiglia di mettere sulla lista degli invitati i poveri che tu conosci affinché si sentano benedetti e amati. Qualche anno fa una coppia di sposi mi diede una somma di danaro per organizzare un pranzo per i poveri della parrocchia affinché venisse condivisa la gioia del loro sposalizio. Certo, sarebbe stato un gesto davvero evangelico se avessero invitato i poveri alla loro festa per gioire insieme agli invitati, ma nessuno è perfetto nell’amore.
Mi ricordo che, quando a casa mia si ammazzava il maiale nel giorno di Santo Stefano martire, era una festa. Dopo aver mangiato e bevuto in abbondanza, mio padre mi dava porzioni abbondanti di carne da portare agli zii che non avevano il danaro per comprare la carne. Da parte di mio padre era un atto generoso verso i miei zii, ma era ben lontano dal consiglio che Gesù dà nel Vangelo di oggi. Qual è il consiglio? Quando fai una festa invita i poveri che, dopo aver mangiato e bevuto in letizia, non possono dire: “Domenica prossima ti invito a casa mia, così continua la festa!”. L’invitare i poveri è un atto di compassione che serve anche a coprire una moltitudine di peccati personali e familiari.
Non siederai un giorno al banchetto del cielo se oggi non inviti a sedere alla tua tavola i poveri. Anche i poveri sono figli di Dio. Domenica prossima invita a mangiare con te un povero. Se lo Spirito Santo ti ispira, fallo ogni domenica. E grande sarà la ricompensa. Amen.Alleluia.
(P. Lorenzo Montecalvo dei Padri Vocazionisti)


Sottoscrivi i nostri canali Telegram:

@ilgranellino @lodeate

Per ricevere Il Granellino su Telegram leggi l'articolo dedicato , se invece vuoi ricevere tutti gli articoli del Blog escluso il Granellino leggi l'articolo dedicato.

PS. È stata appena pubblicata la quarta edizione del libro LA PERLA PERDUTA, libro che insegna a pregare. È ancora disponibile la terza raccolta de IL GRANELLINO. Per richiederli, telefonare ai seguenti numeri ‭331 3347521‬ – 3493165354.

Ti potrebbe interessare anche:

Il Granellino: (Mc 2,13-17) Se ti senti buono, giusto e santo, Gesù, il vero Medico, non verrà mai a casa tua. Gesù va solo nelle case dove viene chiamato per curare gli ammalati. Ci sono molte case dove Gesù...
Il Granellino: (Mc 2,1-12) Molte malattie psicologiche sono il prodotto di peccati mai confessati. Il peccato è una sostanza velenosa nella mente e nell'anima dell'uomo. Se non la si vomita, manda in rovina ...
Il Granellino: (Mc 1,40-45) Sei stato guarito dalla tua lebbra o sei ancora un lebbroso? Se sei stato guarito dalla tua lebbra, il Signore ti chiama a divulgare la tua guarigione. Prima di tutto racconta il t...
Il Granellino: (Mc 1,29-39) GESÙ parlava con autorità, perciò la gente lo ascoltava volentieri e la sua Parola aveva il potere di scacciare i demoni che dimoravano persino nei luoghi sacri. Che significa parl...

Info autore: Padre Lorenzo Montecalvo

Sacerdote, scrittore, autore de "Il Granellino".

Ti potrebbe interessare:

Il Granellino: (Mc 2,13-17)

Se ti senti buono, giusto e santo, Gesù, il vero Medico, non verrà mai a …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

 

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.