Il Granellino: (Lc 1,26-38)

il granellino
il granellino

“Come avverrà ciò, poichè non conosco uomo!”. È inutile nasconderlo, in questa generazione i rapporti prematrimoniali sono uno stile di vita. La verginità non è più di moda. Oggi le regazze cominciano un’attività sessuale sin dall’adolescenza. Si passa da un ragazzo all’altro con molta facilità. Lo si fa per piacere, ma anche per conquistare un ragazzo, per paura di non sposarsi. Bisogna dire che l’attività sessuale di molte ragazze è promossa e facilitata non solo dai contraccettivi, ma anche dalla pillola abortiva del giorno dopo. Mi diceva un farmacista che è molto impegnato nelle serate del week-end a vendere la pillola del giorno dopo. Poi si sa che se si rimane incinta c’è sempre l’aborto come soluzione del “problema”. Bisogna anche dire che, purtroppo, nella Chiesa ci sono preti che dicono ai giovani: “Se vi amate, non è peccato fare sesso”. La sessualità vissuta al di fuori del matrimonio è un’avventura. È come un fiume in piena senza argini che porta solo rovina e distruzione. Non c’è cosa più santa dell’atto sessuale tra un uomo e una donna. È un atto di amore soprannaturale attraverso il quale l’uomo e la donna si donano lo Spirito Santo perché si amino sempre più fedelmete e, se è volontà di Dio, Padre e Creatore, perché da questa unione fisica nasca una nuova vita. Ecco perché l’atto sessuale, per i cattolici, viene vissuto solo nel sacramento del matrimonio che fa dire ai coniugi l’uno all’altra: “Io ti amerò per sempre”. È senz’altro vero che l’istinto sessuale è molto forte nella gioventù. Per questo motivo ci si può cadere in tentazione molto facilmente. Ma il Signore non è misericordioso con quei giovani che dicono: “A noi non interessa quello che insegna la Chiesa”. Sono certo che, pregando, ricevendo spesso l’Eucarestia e fuggendo le occasioni di peccato, si può arrivare al matrimonio dicendo: “Non conosco uomo!”. Azzardo nel dire che la rovina di un futuro matrimonio sono proprio i rapporti prematrimoniali. Per favore, non mi lapidate per quello ho scritto. Amen. Amen. (P. Lorenzo Montecalvo dei Padri Vocazionisti)

Dona

Aiutaci con una donazione, con un tuo piccolo contributo ci aiuterai a mantenere in vita il nostro sito web e ad attivare nuovi servizi. Grazie, Dio ti benedica!

Lode a Te App

Lode a Te App

Lode a Te App è un app semplice che raccoglie articoli, catechesi, video, audio, podcast, in un unica e app completamente GRATUITA! L’app è compatibile con tutti i dispositivi Android

Scarica Lode a Te App per Android

Video Recensione del mio libro

Informazioni su Luciano Del Fico 16363 Articoli
A partire da marzo 2013 un vero e proprio cambiamento comincia nella sua vita, da quel momento comincia per lui una vera conversione. Per ringraziare Gesù dei doni ricevuti, si occupa del sito web della sua parrocchia, poi crea un ebook di preghiere e novene che trovate su Amazon, infine crea Lodeate.it per diffondere la Parola di Gesù!