Highslide for Wordpress Plugin

Blog

header image
0 lunedì, 19 giugno 2017 @ 11:26 di Luciano Del Fico

Il Granellino: (Mt 5,38-42)

Scritto nelle Categorie: Il Granellino
 

Sottoscrivi i nostri canali Telegram

C’è una novità, dal 11/06/2017 sono disponibili due canali: @granello dove saranno pubblicati solo ed esclusivamente gli articoli quotidiani de “Il Granellino” e il canale @lodeate dove saranno pubblicati tutti gli articoli esclusi gli articoli quotidiani de “Il Granellino”.

Per ricevere Il Granellino su Telegram leggi l'articolo dedicato , se invece vuoi ricevere tutti gli articoli del Blog escluso il Granellino leggi l'articolo dedicato.

Sappiamo qual è la giustizia che desidera l’uomo che non è pieno di amore per Dio e per il prossimo. È la giustizia che voleva Barabba, il bandito che ammazzava i soldati romani. La giustizia del pagano è “Occhio per occhio e dente per dente”. Questo tipo di giustizia è praticata anche dai mafiosi. La violenza non può mai fermare il fiume di sangue che si ingrossa man man che si risponde a un torto subito con violenza. Tra Ebrei e Palestinesi non si porrà mai fine al fiume di sangue che scorre nelle loro terre fino a quando praticheranno l’insegnamento che dice: “Occhio per occhio e dente per dente”. Purtroppo, anche tra quelli che si professano discepoli di Gesù Cristo ci sono quelli che danno sfogo all’istinto umano della vendetta, non solo nelle piccole cose, ma anche nella grandi. Dopo la vendetta si prova un piacere che poi si trasforma in paura, angoscia e depressione. Non dire mai, dopo aver subito un torto o essere stato offeso: “Te la devo far pagare”. Chi promette o minaccia vendetta è figlio del diavolo. Dice la moglie vendicativa al marito che è scorretto nei suoi riguardi: “Mi vendicherò!”. Quando il marito, il giorno dopo, le chiederà di unirsi a lei, ella prontamente si rifiuterà. Ovviamente l’opposto può anche verificarsi. “Mi vendicherò”, dice colui che, al mattino, trova le ruote della sua macchina sgonfie. Così durante la notte, scende giù per fare la stessa cosa alla macchina del suo condomino. Gli esempi possono essere moltiplicati raccontando episodi dove si consumano vendette più gravi. L’unica giustizia del figlio di Dio è benedire chi lo maledice e pregare per chi lo perseguita e maltratta. Chiudi la porta del tuo cuore alla vendetta e avrai Dio che dimora in te. Amen. Alleluia. (P. Lorenzo Montecalvo dei Padri Vocazionisti)


Ti potrebbe interessare anche:

Il Granellino: (Mt 19,13-15) In questa generazione i bambini danno fastidio. Spesso, quando si invia la partecipazione alle nozze c'è un avviso che esorta gli invitati a non portare con loro i bambini. È veram...
Il Granellino: (Mt 19,3-12) C'è un amore grande che si chiama "amore coniugale". Nella mente del Creatore questo amore coniugale è possibile solo tra un uomo e una donna. Tra due uomini o tra due donne è impo...
Il Granellino: (Mt 18,21-19,1) "Padre, non chiedermi di perdonare mio fratello un'altra volta, perché, grazie alla mia bontà, già l'ho perdonato sette volte. Ora basta!", così mi diceva un penitente tempo addiet...
Il Granellino: (Mt 18,21-19,1) "Padre, non chiedermi di perdonare mio fratello un'altra volta, perché, grazie alla mia bontà, già l'ho perdonato sette volte. Ora basta!", così mi diceva un penitente tempo addiet...

Info su questo autore

Ultimi articoli

Commenti

Nessun commento

Rispondi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato I campi obbligatori sono contrassegnati con *

E' possibile usare tags HTML e attributi: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>