Home / Il Granellino / Il Granellino: (Mc 1,21b-28)

Il Granellino: (Mc 1,21b-28)

 

Sottoscrivi i nostri canali Telegram

C’è una novità, dal 11/06/2017 sono disponibili due canali: @granello dove saranno pubblicati solo ed esclusivamente gli articoli quotidiani de “Il Granellino” e il canale @lodeate dove saranno pubblicati tutti gli articoli esclusi gli articoli quotidiani de “Il Granellino”.

Per ricevere Il Granellino su Telegram leggi l'articolo dedicato , se invece vuoi ricevere tutti gli articoli del Blog escluso il Granellino leggi l'articolo dedicato.

Un demonio non si ribella dinanzi a un altro demonio, oppure un demonio non scaccia un altro demonio, ma un demonio si ribella dinanzi a un uomo di Dio e un uomo di Dio esorcizza un demonio nel nome di Dio. La presenza di Gesù nella Sinagoga, luogo dove si proclamava e si insegnava la Parola di Dio, smaschera la presenza del diavolo che dimorava in un membro dell’assemblea. Sono certo che quell’uomo posseduto dal diavolo frequentava la Sinagoga ogni sabato già da molti anni. E mi chiedo: come mai il diavolo in quell’uomo era rimasto tranquillo e calmo nonostante che si proclamasse e si insegnasse la Parola di Dio che ha il potere di purificare il cuore dell’uomo dagli spiriti immondi? La risposta c’è: non si proclamava e insegnava la Parola di Dio con autorità come Gesù faceva. La potenza della Parola di Dio che Gesù proclamava e insegnava scaturiva dallo Spirito Santo che era sopra di Lui. Infatti Egli cominciò il ministero della Parola dicendo: “Lo Spirito del Signore è su di me; per questo mi ha consacrato con l’unzione e mi ha mandato per annunziare ai poveri un lieto messaggio, per proclamare ai prigionieri la liberazione e ai ciechi la vista, per rimettere in libertà gli oppressi e predicare un anno di grazia del Signore.” (Lc 4,18-19). Quando si parla di Dio con l’unzione dello Spirito Santo chi ti ascolta non può rimanere indifferente: o ti ascolta volentieri o reagisce dicendo: “Non mi parlare di Dio o della Chiesa”. E lo dice con rabbia e superbia perché la Parola di Dio gli ha messo davanti il suo peccato al quale non vuole rinunciare. “Sono stanco di ascoltare prediche” sento dire spesso. Ciò significa che chi predica lo fa senza l’unzione dello Spirito. Un consiglio: prima di parlare di Dio invoca lo Spirito Santo perché dalla tua bocca escano parole di grazia. Amen. Alleluia.


Ti potrebbe interessare anche:

Il Granellino: (Mt 18,12-14) Chi non vive nel cuore di Dio è un uomo perduto. Quando si dice che un bambino si è perso? Quando non lo si trova nel posto in cui l'abbiamo lasciato. Cosa fa il papà quando non tr...
Il Granellino: (Lc 5,17-26) L'Avvento è il tempo in cui dobbiamo ricevere lo Spirito Santo. Cosa ci dona lo Spirito Santo? Una duplice consapevolezza: Dio è amore che perdona il cuore contrito e che noi siamo...
Il Granellino: (Lc 10,21-24) Beato te se ami meditare e ascoltare la parola di Dio con gioia e fede. Non inorgoglirti però, ma rendi lode al Signore che ti ha aperto la mente all'intelligenza delle Sacre Scrit...
Il Granellino: (Lc 19,46-44) Ogni giorno Gesù insegnava nel tempio. Gesù è la Verità. Egli sa che nel tempio dimora il signore della menzogna. Non si adora Dio, ma il danaro. Il tempio è diventato un mercato. ...

Info autore: Luciano Del Fico

A partire da marzo 2013 un vero e proprio cambiamento comincia nella sua vita, da quel momento comincia per lui una vera conversione. Per ringraziare Gesù dei doni ricevuti, si occupa del sito web della sua parrocchia, poi crea un ebook di preghiere e novene che trovate su Amazon, infine crea Lodeate.it per diffondere la Parola di Gesù!

Ti potrebbe interessare:

Il Granellino: (Mt 18,12-14)

  Sottoscrivi i nostri canali Telegram C’è una novità, dal 11/06/2017 sono disponibili due canali: …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *