Highslide for Wordpress Plugin

Galleria

header image

Marcellino Pane e Vino – la storia

 

Sottoscrivi i nostri canali Telegram

C’è una novità, dal 11/06/2017 sono disponibili due canali: @granello dove saranno pubblicati solo ed esclusivamente gli articoli quotidiani de “Il Granellino” e il canale @lodeate dove saranno pubblicati tutti gli articoli esclusi gli articoli quotidiani de “Il Granellino”.

Per ricevere Il Granellino su Telegram leggi l'articolo dedicato , se invece vuoi ricevere tutti gli articoli del Blog escluso il Granellino leggi l'articolo dedicato.

Marcellino Pane e Vino è un film d’altri tempi, una storia semplice che racconta la purezza d’animo di Marcellino e dei suoi “12 papà” di seguito la trama e il film completo in italiano.

Nel giorno di San Marcellino, in Spagna, un frate francescano si reca in paese per andare a visitare una bambina gravemente malata, mentre tutto il paese sta salendo la collina per andare al convento sulla tomba di San Marcellino; il frate inizia a raccontare la storia del convento e di Marcellino. Finita la sanguinosa guerra combattuta tra francesi e spagnoli, tre frati francescani chiedono al sindaco, Don Emilio, di poter riassestare il vecchio castello per riadattarlo a convento; il sindaco dà il consenso e tutta la popolazione aiuta i tre frati nell’intento. Dopo poco tempo il convento è costruito ed inaugurato.

Una mattina però, il frate portinaio trova alla porta un cestino con dentro un neonato che piange, poiché ha fame e sete; i frati lo battezzano e gli danno il nome di Marcellino, poiché è il giorno di San Marcellino. I frati vorrebbero affidarlo a qualche famiglia, ma nessuno è in grado di mantenere un altro figlio, viste le condizioni di miseria in cui viveva la popolazione spagnola. Marcellino diventa un bambino di cinque anni robusto e forte e tratta tutti e dodici i frati come dodici padri, ma sente molto la mancanza di una figura materna, infatti fa ai frati molte domande sulle mamme.

Portato da un fraticello alla fiera paesana, distrugge la fiera; così il nuovo sindaco, da sempre contrario all’opera di bene fatta da Don Emilio, emette uno sfratto ai danni dei frati. Un giorno Marcellino, disubbidendo a frate Tommaso (chiamato da Marcellino “Fra Pappina”), trova un crocifisso, vedendo che è molto magro immagina che abbia fame e decide di portargli da mangiare e da bere: il crocifisso si anima per ricevere il pasto offerto e gli rivolge anche la parola; avendo trovato nella fretta solo pane e vino, lo dà a Gesù, che lo soprannomina Marcellino Pane e Vino.

Pochi giorni prima dello sfratto Marcellino va a parlare con Gesù delle mamme, ed esprime il desiderio di vedere la sua mamma e dopo anche la Madonna, al che Gesù fa morire Marcellino e lo manda in cielo a conoscere i genitori. Frate Tommaso che aveva visto il miracolo chiama tutti i frati al cospetto del Signore a vedere Gesù che scende dalla croce per far morire (resuscitare) Marcellino per poi risalirvi.

Tutta la gente del paese corre a vedere il miracolo e ogni anno la popolazione si reca sulla tomba di Marcellino Pane e Vino in segno di rispetto.

15/03/2016 Il video di Marcellino Pane e Vino non è più disponibile, perchè sono stato contattato da Filmexport proprietà dei diritti di copyright su Marcellino pane e vino di Vajda. In verità sono stato accusato anche di aver violato il loro copyright pubblicando il codice embed (attenzione ho detto codice embed non il film, c’è una differenza colossale). Quella che segue è la risposta data via email al portavoce della Filmexport.

Codice embed

Codice embed

Egregio Sig……., come accordi ho modificato l’articolo e eliminato il link. Come avevo accennato e come da immagine che allego, l’articolo conteneva solo un link, in gergo tecnico un codice embed come può vedere dall’immagine che allego. Fermo restando che non era a conoscenza della Vs. titolarità di un film reperibile ovunque su Gloria TV, le consiglio di leggere questo articolo che definisce leciti i link embed proveniente su altri siti http://www.laleggepertutti.it/58536_internet-leciti-link-ed-embed-a-contenuti-altrui-stop-copyright-dalla-corte-di-giustizia
La mia precisazione è solo per una questione di principio, ovviamente non ho nessuna intenzione di creare problemi a nessuno, visto che su questo sito si parla di valori come amore, amicizia, ascolto, ma soprattutto si evangelizza la parola di Cristo.
Aver colpito Lode a Te è praticamente inutile, perché chiunque puoi aggiungere a qualunque sito i codici che GLORIA TV mette a disposizione ecco alcuni dei link trovati con una semplice ricerca:
Cordiali saluti.


Ti potrebbe interessare anche:

Il profumo dell’incenso di Enrico Spera Tino lavorava da pochi mesi nel centro commerciale, si era appena diplomato in Nientologia, dopo tanto studiare, spesso anche controvoglia per cercare una sistemazione, si era trov...
Messaggio a Ivan stasera 23 Giugno 2017 sul Podbrdo Cari figli, sono venuta a voi e mi sono presentata come Regina della pace. Anche oggi desidero invitarvi a pregare per la pace. Cari figli, che sia la pace, che la pace regni nel m...
Il Granellino: (Lc 1,57-66.80)  "Giovanni è il suo nome". Il nome Giovanni significa "dono di Dio". I figli sono davvero un dono di Dio. Perciò i figli non si fanno e a tutti i costi, ma si hanno. Ecco perché è t...

Rispondi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato I campi obbligatori sono contrassegnati con *

E' possibile usare tags HTML e attributi: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>